Ospedale Mondolfo, dove sono gli stanziamenti per la RSA?

Carlo Diotallevi e Nicola Barbieri 2' di lettura Fano 18/11/2013 - "A 26 anni dalla chiusura del nosocomio e dopo i lavori di ristrutturazione ancora nessuna certezza per il recupero funzionale della struttura" dichiarano i consiglieri della lista civica "Per cambiare".

Dopo la nota della Cisl che esprime forte preoccupazione per il futuro dell’ex ospedale di Mondolfo i consiglieri comunali di minoranza Barbieri e Diotallevi tornano sulla annosa vicenda.

“Qualche settimana fa il Sindaco Cavallo attraverso un comunicato stampa rassicurava i cittadini in merito futuro dell’ex ospedale Bartolini di Mondolfo, i cui lavori di ristrutturazione sono ormai in dirittura d’arrivo. Lo stesso, rispondendo ad una nostra interrogazione, affermava di aver finalmente ricevuto il testo del decreto emanato dal dirigente del servizio sanità Pierluigi Gentilucci, riguardante l’ex nosocomio mondolfese, “un significativo passo avanti”, una vera e propria “svolta” secondo il Sindaco. Nel corso della discussione in Consiglio Comunale abbiamo chiesto chiarimenti in merito e l’Assessore Martini ci ha risposto che l’amministrazione è “fiduciosa che il progetto della Casa della Salute venga completato” ma senza specificare date, risorse finanziarie e numeri precisi. Abbiamo poi chiesto una copia del Decreto della Regione Marche e abbiamo compreso il perché della vaghezza di Sindaco e Assessore: il Decreto in effetti afferma che “non sono attualmente presenti gli elementi che ostino all’accettazione della domanda per la realizzazione della struttura sanitaria denominata Casa della salute presso l’ex ospedale Bartolini di Mondolfo con dotazione di 13 posti, fatta salva la verifica del possesso dei requisiti minimi”, ma il decreto specifica anche altri aspetti: il piu’ inquietante è che ”dal presente Decreto non deriva, ne puo’ derivare, impegno di spesa a carico della Regione”.

Gli elementi preoccupanti sono a nostro parere piu’ di quelli positivi:
1. nel nostro ordine del giorno di un anno fa ( approvato dal Consiglio Comunale) si parlava esplicitamente di “almeno 20 posti letto” mentre oggi la Regione parla di 13
2. la Regione non ha ancora stanziato, ne sembra volerlo fare, a Bilancio i fondi per l’istituzione della Casa della Salute che invece sono fondamentali per garantire il funzionamento del servizio (Ricordiamo inoltre al Sindaco che i fondi per la ristrutturazione dell’edificio sono stanziati dal Governo e non dalla Regione Marche come lui continua ad affermare)
3. non è stato nemmeno chiarito quali servizi verranno attivati all’interno del primo piano che è rimasto chiuso per anni ? Riabilitativo, malattie cronico-degenerative?

Facciamo quindi molta fatica a condividere l’ottimismo del Sindaco Cavallo, è dal 1987, data di chiusura dell’ospedale per mezzo della legge regionale n°47 del 1977 che ascoltiamo promesse mai realizzate da parte della Regione Marche, adesso noi e i cittadini di Mondolfo vogliamo i fatti.


da Carlo Diotallevi e Nicola Barbieri
Lista civica “Per cambiare” Mondolfo
 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2013 alle 09:36 sul giornale del 19 novembre 2013 - 1428 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, politica, carlo diotallevi, Nicola Barbieri, ospedale mondolfo, Carlo Diotallevi e Nicola Barbieri, rsa mondolfo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/UDU





logoEV