Mondolfo, Comitato per la salute pubblica: 'Arte e Tare...s'

Mondolfo 2' di lettura Fano 11/11/2013 - E’ vero, come afferma l’assessore Paolinelli, che l’arte è libera; prima però dell’articolo 33, della Costituzione che lo sancisce, c’è l’articolo 21: “tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero…”.

Non comprendiamo pertanto lo spropositato attacco personale portato nei confronti del nostro presidente che ha inteso solo manifestare pubblicamente il “comune sentire” della gente che ha potuto visionare il catalogo. Non abbiamo offeso nessuna persona e non era per niente nostra intenzione farlo, gli autori dell’opera li abbiamo sempre chiamati artisti ed abbiamo definite brutte le immagini delle persone ritratte, non certo i modelli.

Nel paventare querele gli ricordiamo che gli articoli che ci interessano il 402, 403 e 404 sono precedenti a quelli che lui cita: il 594 e 595. E’ proprio sfortunato i nostri articoli vengono sempre prima dei suoi! Prendiamo atto, comunque, delle sue tardive giustificazioni al riguardo della Madonna delle Grotte. Ora definisce il Santuario mondolfese, a Lei dedicato, “di grande spiritualità” ed abbracciante tutta la comunità. Ci fa piacere anche perché in quel Santuario intere generazioni di Mondolfesi hanno pregato per i loro cari, emigrati nelle Americhe, militari nelle varie guerre o semplicemente ammalati. Fedeli al motto: “chi ha più giudizio l’adoperi!” non intendiamo più parlare dell’argomento, altrimenti faremmo solo pubblicità gratuita agli autori dell’opera, perché se questo era il loro scopo ci sono riusciti pienamente.

C’è da dire però che il Comune di Mondolfo non attua quanto previsto dal Decreto Legislativo n. 150/2009 il quale ha esteso l’obbligo di pubblicazione dei curriculum vitae e dei dati sulle retribuzioni e quindi sul posto di lavoro e la data di inizio del lavoro anche a “coloro che rivestono incarichi di indirizzo politico e amministrativo”. Abbiamo notato, per una curiosa coincidenza, che in questi giorni il sito web del Comune di Mondolfo ha aggiornato l’indennità amministrativa dell’assessore Paolinelli portandola da € 1.385 lorde mensili ad € 692. Chissà cosa è successo?

Dall’ARTE passiamo al suo anagramma TARE...S. I manifesti fatti affiggere dall’Amministrazione comunale per tutto il paese vantano i risultati raggiunti dalla raccolta differenziata ed il risparmio conseguente per il contribuente. Sarebbe stato meglio citare anche la delibera n. 67 del 30.09.2013 del Consiglio Comunale che suddivide l’importo TARES 2013 in tre rate, la prima con scadenza 9 novembre, la seconda il 16 dicembre e la terza il 31 marzo 2014. Questo perché i cittadini, con la seconda rata pagheranno anche l’importo ulteriore, previsto dalla legge di stabilità del governo Monti, di 30 centesimi al metro quadro per la propria abitazione, così, purtroppo, ridimensionando di molto il risparmio totale previsto. I cittadini non lo sanno, poi quando arriverà la “sorpresa” tenderanno a generalizzare.


da Comitato a Difesa dei Diritti
Coordinamento la Salute ci Riguarda







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2013 alle 14:48 sul giornale del 12 novembre 2013 - 1253 letture

In questo articolo si parla di attualità, mondolfo, salute, santuario madonna delle grotte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Ui2





logoEV
logoEV