Pronto Soccorso di Fano tirato a lucido. Il primario: 'E’ tutta un’altra storia'

Ospedali Riuniti Marche Nord 2' di lettura Fano 08/11/2013 - Terminati gli interventi strutturali al Pronto Soccorso di Fano. Entro la fine del mese di novembre la struttura diretta da Antonio Dottori lascerà i locali con ingresso in via Vittorio Veneto per tornare nella sede in via Pizzagalli, addirittura ampliata di 200 metri quadrati rispetto al passato.

A dirlo con soddisfazione è il direttore generale degli Ospedali Riuniti Marche Nord, Aldo Ricci; dentro la sala di attesa della struttura, davanti alle autorità locali e regionali, ha confermato la fine dei lavori durati poco più di sei mesi, e il suo imminente trasferimento in una struttura completamente rinnovata. A partire proprio dalla sala di attesa che non ha più una manciata di posti a sedere ma ben 35 poltrone e ampi spazi per i barellati. E questo è solo l’ingresso. Perché l’area interessata dai lavori ha coinvolto ben 1000 metri quadrati, 800 di ristrutturazione e 200 di ampliamento, soprattutto della camera calda, luogo di accoglienza delle ambulanze in entrata e uscita. E dalla sala di attesa, il primario del Pronto soccorso Antonio Dottori ha fatto da Cicerone e mostrato tutti gli ambulatori studiati proprio per agevolare i percorsi dei pazienti e il lavoro degli operatori. Non ci sono più zone promiscue, corridoi stretti, stanze cieche e troppi angoli retti ma locali dedicati in base alle urgenze e al trattamento: ambulatori per i codici rossi, gialli, verdi e bianchi, locali riservati all’osservazione breve intensiva e alla medicina d’urgenza, fino ad ampie zone per il triage e per l’attività infermieristica. Per non parlare della camera calda.

“Una differenza notevole per gli operatori e gli utenti – incalza il direttore del Pronto Soccorso Antonio Dottori –.Se le cure restano le stesse a cambiare è soprattutto l’accoglienza con ampie sale di ricovero e spazi veramente ridimensionati. Non si vedranno più pazienti barellati nei corridoi”.

La data del trasferimento è stata decisa: il nuovo Pronto Soccorso sarà operativo dal 27 novembre alle ore 2 del mattino. I lavori di trasferimento partiranno il 26 novembre alle ore 22. Durante le 4 ore di trasloco verranno garantite le attività e tutelati i pazienti già presenti e quelli in arrivo grazie alla grande collaborazione di polizia municipale e degli operatori della centrale operativa. E la protezione civile presidierà l’accesso di via Vittorio Veneto per dirottare i pazienti in via Pizzagalli.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-11-2013 alle 17:45 sul giornale del 09 novembre 2013 - 1017 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, pronto soccorso, pesaro, ospedale santa croce, Ospedali Riuniti Marche Nord

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Uc7





logoEV
logoEV