Fiorelli (Confesercenti) interviene dopo gli ultimi casi di criminalità a Fano

2' di lettura Fano 06/11/2013 - Leggiamo con crescente preoccupazione le notizie relative all’escalation di criminalità che colpisce la provincia di Pesaro e Urbino.

Gli ultimi fatti di cronaca –la rapina effettuata alla profumeria ‘Beltrami’ di Via Togliatti e il tentativo di furto, per fortuna questa volta fallito, ai danni del negozio ‘Fuligni’ in via Mattei- confermano la sensazione di insicurezza nella quale ormai operano i commercianti che, lo ricordiamo, disponendo nel proprio esercizio di contanti ed essendo ogni giorno a contatto diretto con il pubblico, sono i soggetti più a rischio. Oltre alla paura per la propria incolumità, c’è anche il profondo disagio di temere per la merce in vendita: un furto in questo periodo di crisi non è facilmente recuperabile e va ad aggravare una situazione economica ovunque pesante.

Ribadiamo ai commercianti la necessità di tenere alta la guardia e di collaborare con le forze dell’ordine attraverso la segnalazione di episodi o di individui sospetti: il senso civico di ognuno di noi è un deterrente per i delinquenti e spesso anche un efficace strumento di prevenzione.

Alle forze dell’ordine, pur comprendendo le difficoltà di organico con le quali spesso sono chiamate a confrontarsi, chiediamo più controlli, una maggiore presenza sul territorio, un più stretto coordinamento al fine di difendere questa nostra provincia da fenomeni criminali sempre più diffusi ed invasivi. Nel caso della tentata rapina al negozio ‘Fuligni’ ha funzionato, per fortuna, la vigilanza privata, ma proprio in questi difficili momenti è importante più che mai dare al cittadino la sicurezza di un presidio pubblico, di una difesa e di una salvaguardia che siano il frutto di una sinergia tra le forze dell’ordine, le istituzioni e la politica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-11-2013 alle 15:47 sul giornale del 07 novembre 2013 - 575 letture

In questo articolo si parla di furti, attualità, ladri, confesercenti, criminalità, rapine, Pier Stefano Fiorelli, confesercenti Pesaro-Urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/T5V





logoEV
logoEV