'Un magnifico inizio', in anteprima nazionale il libro di Diego Mormorio

corsisti centrale fotografia 3' di lettura Fano 05/11/2013 - Metaurilia di Fano (PU) sarà la singolare cornice dell’evento che chiuderà il fortunatissimo corso di fotografia a Fano “Tra città e campagna”, considerato dagli addetti ai lavori un progetto didattico sulla fotografia tra i più significativi che si sia mai svolto nelle Marche, e che l’Associazione culturale “Centrale Fotografia ha realizzato in collaborazione con il Liceo Artistico Adolfo Apolloni di Fano, Omnia Comunicazione e il Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Fano.

L’esperienza – fuori dai cliché dei corsi di fotografia, come da tradizione di Centrale Fotografia – ha accompagnato la crescita fotografica, ma anche umana, di cento entusiasti corsisti, che spaziano dai dieci ai settant’anni, i quali prima di fotografare in maniera creativa tutte le zone della città di Fano e della sua periferia, hanno seguito gli interventi d’illustri intellettuali: lo scrittore Marco Ferri, gli architetti Giorgio Roberti e Bruno Giordano Galli, gli psichiatri Lorenzo Flori e Massimo Mazini, la prof.ssa Elisabetta Pascucci, il prof. Massimo Bini esperto in geografia letteraria e il prof. Mauro Furlani, naturalista e presidente della prima associazione naturalista in Italia, la ProNatura con sede a Torino.

Sabato 9 novembre alle ore 17, presso l’ex “Società cooperativa degli ortolani” a Metaurilia di Fano (piazzale Pucci 89/91), il vulcanico intellettuale Diego Mormorio presenterà in anteprima il suo libro “Un magnifico inizio. 1840-1870” edito da Postcart di Roma, il primo volume di un’opera che affronta i punti di contatto tra due mondi, letteratura e fotografia, che hanno subito un fascino reciproco, ma che si sono anche guardati con sospetto. “Un magnifico inizio” esce venticinque anni dopo l’antologia “Gli scrittori e la fotografia”, pubblicata su suggerimento di Leonardo Sciascia e con una sua prefazione; il libro, dedicato alla memoria dello stesso Sciascia, prende in esame i primi trent’anni della fotografia. Diego Mormorio, con il suo stile irriverente e appassionato, ci racconterà storie incredibili, facendo rivivere autori come Flaubert, Whitman o Dickens.

Grazie alla collaborazione di Cristina Sabatinelli presidente del Circolo Albatros 87 e dei soci, sarà un evento indimenticabile, che coronerà il corso e allo stesso tempo renderà omaggio a una zona periferica, Metaurilia di Fano, carica di significati storici e paesaggistici. Gli eventi culturali e i progetti didattici di Centrale Fotografia sono noti per essere originali nell’indagare i luoghi del quotidiano, ovvero i luoghi che vediamo tutti i giorni ma a cui, per distrazione o routine, non attribuiamo nessuna importanza; frutto di una notevole esperienza, i progetti didattici di Centrale Fotogafia hanno indagato l’intera regione Marche e la provincia di Rimini, coinvolgendo più di quattrocento iscritti che in quindici corsi che dal 2005 hanno raccolto circa 100.000 immagini (depositate nell'archivio “Scuola di Paesaggio – Roberto Signorini”). Centrale Fotografia ha inoltre conquistato notorietà nazionale attraverso la rassegna annuale omonima che ogni anno si svolge nella prestigiosa Rocca Malatestiana di Fano. Una selezione delle fotografie dei corsisti sarà oggetto di una mostra all’interno della sesta edizione della rassegna, che si svolgerà nel giugno 2014.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2013 alle 10:02 sul giornale del 06 novembre 2013 - 1203 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Marcello Sparaventi, centrale fotografia, diego mormorio, un magnifico inizio, edgard allan poe, lewiscarro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/T1y





logoEV
logoEV