Elezioni 2014: Sanchioni e Ciancamerla fuori dal PD, il centrodestra serra le fila

tricolore 2' di lettura Fano 05/11/2013 - In politica ci sono delle ore che si rivelano decisive, in politica non sono le lunghe riunioni o le grandi assemblee a segnare il futuro, ma sono sempre gli attimi che fanno la differenza: un incontro per le scale, una breve sosta in autogrill o un caffè al circolo cittadino. Gli occhi che vedono quegli attimi sono in genere 4, talvolta 6, quasi mai più di 8.

Queste ore, questi momenti, sono quelli in cui si decide il futuro della Fano dei prossimi 10 anni. Sono momenti in cui i cellulari squillano all'impazzata, sono momenti in cui si chiudono i giochi. Come una partita a scacchi, pianificata e costruita con tempi interminabili, si conclude in un attimo e con una frase: scacco matto.

In meno di 24 ore Daniele Sanchioni e Oretta Ciancamerla sono usciti dal PD, seguendo di fatto la mossa che Luca Stefanelli aveva anticipato nei giorni scorsi. I primi due formeranno una lista civica con Daniele Sanchioni sarà il candidato Sindaco, mentre Luca Stefanelli non ha ancora sciolto le riserve ma non è escluso che confluirà nella civica dei fuoriusciti dal Partito Democratico.

Contestualmente all'uscita di 2 consiglieri comunali dal PD - di cui la capogruppo - i principali partiti di maggioranza convocano i propri direttivi, tutti e tre martedì sera: prima La Tua Fano, poi il PDL ed, infine, l'UDC. Dopo una notte, nella mattinata di martedì, Mirco Carloni - consigliere regionale, individuato come candidato sindaco dal PDL - annuncia di volersi ritirare dalla corsa a primo cittadino dichiarando: "Se alcuni esponenti del centrosinistra danno vita ad una lista civica questo fatto non ci lascia indifferenti. Ritengo al contrario che è una grande opportunità". Un annuncio molto simile è stato fatto, nelle prime ore del pomeriggio, anche da Davide Del Vecchio, assessore uscente ed individuato dall'UDC come candidato Sindaco.

Salvo imprevisti dell'ultimo momento, quindi, Daniele Sanchioni sembra essere l'uomo la cui figura unirà tutto il centrodestra fanese ed una parte di fuoriusciti dal PD. Di fatto, dopo 10 anni, il centrodestra ripropone lo schema già utilizzato con Stefano Aguzzi: unirsi su un candidato di centrosinistra, così da riuscire a sommare i voti del centrodestra ad una parte di voti del centrosinistra. Avere la maggioranza in consiglio comunale permetterà, comunque, al centrodestra di "tenere in pugno" l'intera amministrazione.

Ora si attendono le contromosse da parte del centrosinistra, che a questo punto non ha la necessità di presentarsi unito e di puntare al secondo turno, ma il tempo è poco e - salvo colpi di scena - i giochi sono quasi tutti fatti.






Questo è un articolo pubblicato il 05-11-2013 alle 15:12 sul giornale del 06 novembre 2013 - 3336 letture

In questo articolo si parla di fano, udc, elezioni, politica, mirco carloni, pd, pdl, Davide Del Vecchio, news, oretta ciancamerla, amministrative, Daniele Sanchioni, Laura Congiu, notizie fano, ultim'ora

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/T2u