Cartoceto: epidemiologia e fattori di rischio nei tumori, se ne parla in un convegno

epidemiologia e fattori di rischio nei tumori 1' di lettura 31/10/2013 - Sabato 2 novembre alle ore 16, 30 presso il convento di Santa Maria del Soccorso, il prof. Stefano Zurrida, Associato di Chirurgia Generale-Università degli studi di Milano e direttore dell’Unità Diagnostica di Senologia del’Istituto Europeo di Oncologia Milano, spiegherà l’importanza dell’utilizzo dell’olio extravergine d’oliva a tavola e dei suoi benefici contro le malattie tumorali.

Mangiare bene per vivere meglio. Il 30% delle forme tumorali è legata al cibo. Dieta e stili di vita corretti possono prevenire i tumori, esiste quindi una correlazione tra lo scarso utilizzo di frutta e verdura e la malattia, questo è ciò che sostiene Zurrida, ormai da molti anni membro del Comitato Scientifico Umberto Veronesi e Segretario Generale di Eurama (Euro-Asian Mastology, European Asian Society for Breast Disease). Per l’occasione verrà dunque indicata una dieta di massima e verranno presentati dati effettivi di recenti studi di ricercatori che hanno dimostrato attinenza tra i grassi saturi di origine animale ed alcune forme di cancro.

Cartoceto si rivela ancora una volta un Comune ricco di iniziative culturali dove l’olio resta il motore di una realtà fortemente all’avanguardia nel settore agricolo, intellettuale ed educativo.

Interverranno:

Almerino Mezzolani Assessore alla Sanità Regione Marche
Margherita Mencoboni Commissione Pari Opportunità Regione Marche
Maria Capalbo Direttore Area Vasta 1 Asur Marche
Sabina Cardinali Pres. Comitato Imprenditoria Femminile Camera Commercio PU
Viktoriia Zelinska Direttore generale EURAMA








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-10-2013 alle 09:22 sul giornale del 02 novembre 2013 - 1342 letture

In questo articolo si parla di attualità, cartoceto, convegno, Mostra Mercato dell’Oliva e dell’olio Extravergine, epidemiologia e fattori di rischio nei tumori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/TQ5