Rifiuti al Teatro della Fortuna: la denuncia di Amare Fano

teatro della fortuna 1' di lettura Fano 29/10/2013 - Fedeli all’impegno che ci distingue da altre associazioni cittadine le quali si limitano a segnalare le criticità senza suggerire soluzioni siamo a ricordare alle autorità la intollerabile situazione delle arcate della vecchia pescheria napoleonica in via Malatesta trasformate in una discarica di rifiuti abbandonati da pochi vandali, rifiuti che nessuno provvede a rimuovere.

Siamo per capirci nel luogo in cui insistono le uscite di sicurezza del Teatro della Fortuna. Quindi una vergogna cittadina. Un monumento deposito di rifiuti. A nostro parere una realtà intollerabile. Poca roba certamente ma proprio per questo ancora più inaccettabile. Cosa fare dunque? 1) maggior controllo da parte dei Vigili; 2) posizionamento nei pressi dei pubblici esercizi della Piazza di appositi bidoni rimovibili come accade per tavoli e sedie; 3) contratto con ASET per la pulizia dei monumenti in primis il Teatro. Abbiamo un giovane Commissario, si faccia sentire visto che ASET è anche socio della Fondazione Teatro.

Restiamo in attesa di vedere liberati dai rifiuti tutti i luoghi sacri della città tra i quali ci piace ricordare anche le Tombe Malatestiane. Molti vogliono andare a fare il Sindaco,noi vogliamo soltanto una città più bella e da amare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2013 alle 16:29 sul giornale del 30 ottobre 2013 - 1698 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, rifiuti, teatro della fortuna, monumento, amare fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/TLK





logoEV