Stefanelli: 'Perché lascio il Pd e continuo la mia campagna elettorale'

luca stefanelli lascia il pd 1' di lettura Fano 28/10/2013 - Ci sono motivazioni politiche e formali dietro l'abbandono di Luca Stefanelli. “Accordi avvenuti sopra la mia testa e secondo logiche vecchie 50 anni” denuncia il candidato a Sindaco firmando le dimissioni da consigliere comunale tra i banchi del Pd per confluire in quelli del gruppo misto.

Accordi, quelli che si sarebbero stretti tra Marchegiani e Seri, volti a scongiurare le primarie cittadine in un gioco al quale Stefanelli non vuole più prestare il fianco. Ed è proprio la questione delle 120 firme raccolte dal candidato a Sindaco il nodo cruciale della rottura: “nel corso di una riunione di circolo Marchegiani le ha definite “carta straccia” offendendo i tanti cittadini che firmando hanno sostenuto la mia candidatura”.

Importanti anche le questioni politiche: "la posizione di Massimo Seri sull'Ospedale Unico sono speculari a quelle di Giancarlo D'Anna” dichiara Stefanelli che non ha gradito inoltre l'apertura del Segretario cittadino alle “larghe alleanze”.

Vado avanti per la mia strada presentando il programma di una lista civica che accoglierà quanti saranno in accordo sulle priorità per questa città” dichiara Stefanelli concludendo la conferenza non prima di aver dato un'opinione sull'attuale situazione del Pd: “ è un partito pieno di tensioni e fermo da tempo. Manca ancora un programma, non c'è stato ancora un tavolo di coalizione, non esiste una data delle primarie”.








Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2013 alle 18:41 sul giornale del 29 ottobre 2013 - 2431 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Luca Stefanelli, Elena Serrano, Pd Fano, news, notizie fano, ultim'ora, elezioni amministrative fano, stefanelli lascia il pd, stefanelli candidato a sindaco fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/TJn





logoEV