SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Casa della Salute a Mondolfo: 'Il Sindaco non se ne occupa'

2' di lettura
775

comitato per la salute pubblica
Ci si aspettava che, con l’emanazione della delibera di giunta regionale n. 735 del 20.05.2013 la quale elenca tutti i Comuni in cui esiste una struttura territoriale modellata sul tipo della Casa della Salute, il Sindaco si desse da fare affinché la Quinta Commissione regionale presenti una proposta di atto legislativo che sancisca definitivamente l’esistenza e l’utilità di tale struttura.

Il “Nostro” non se ne occupa per niente o non se ne sa nulla. La delibera della giunta regionale elenca, nella parte istruttoria, tutta una serie di Comuni che hanno già strutture sanitarie simili alla Casa della Salute, tra cui, è evidente, c’è anche Mondolfo, altrimenti non si giustificano i 2 milioni d’euro spesi. La torta c’è, basta solo guarnirla di panna e ciliegina, ma se nessuno si preoccupa di andare ad acquistare questi ingredienti finali, la torta rimane lì. Cosa c’è da aspettarsi da un Sindaco che riesce a ritrovarsi una grana gigantesca con la Sadori Reti srl, la quale ha chiesto un indennizzo di euro 8.600.000 per il valore industriale residuo quale gestore diretto della rete gas fino al 31.12.2011? Con la Sadori Reti srl si è innescato un contenzioso che chissà quanto durerà e forse terminerà come quello della famiglia di Mondolfo a cui il Comune è stato costretto a sborsare circa 500.000 euro in tutto e nel frattempo ci saranno comunque le parcelle degli avvocati da pagare! Con un Sindaco di tal genere ci troviamo, come semplici cittadini, in estrema difficoltà. Mentre il sindaco di Osimo si reca in Regione con le 4.000 firme raccolte dai suoi cittadini per perorare la causa delle sue strutture sanitarie, così come il sindaco di Arcevia, noi abbiamo un Sindaco che ci rema contro.

L’unico che si è mosso è stato il P.S.I. che, in una sua nota, sollecita il Sindaco a darsi da fare in tema Casa della Salute e per questo lo ringraziamo. Ci rendiamo però conto che queste iniziative assomigliano alla somministrazione di zollette di zucchero ad un ammalato che ha invece bisogno di antibiotici a largo spettro. Occorre un’azione politica decisa che cerchi d’evitare il collasso politico in cui l’attuale Giunta Cavallo sta portando il paese.



comitato per la salute pubblica

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2013 alle 09:26 sul giornale del 05 agosto 2013 - 775 letture