SEI IN > VIVERE FANO > SPORT
comunicato stampa

Internazionali di tennis, terminati gli ottavi di finale

2' di lettura
664

Si sono giocati tutti di un fiato gli ottavi di finale degli Internazionali di Fano in un CTF sempre più gremito di pubblico che ormai avverte l'importanza dell'evento e della sua fase decisiva.

Travaglia (2), molto nervoso con pubblico, racattapalle, arbitro e avversario, piega la resistenza del colombiano Rodriguez-Sanchez: l'ascolano vince al tie break il primo parziale per poi chiudere 6-0 il secondo set senza affanni. Da segnalare un battibecco tra i due con il colombiano che rimprovera a Travaglia un atteggiamento poco corretto.

Comode affermazioni di Jebavy (3) e Caruso (4) contro i qualificati Bonadio e Ornago. Cade la testa di serie numero 5 Bradaric tradito dai problemi fisici e dal caldo contro un mai domo Giacalone che, dopo un inizio disastroso, rimonta e continua il suo momento d'oro. Out anche Bury (6) contro un sempre più convincente Fortuna, mentre l'ottimo Gaio supera in due set il numero 8 del seeding Dellien. Si ferma agli ottavi l'avventura di Rondoni superato dall'austriaco Rath (7) in due set, ma il '93 italiano si è anche stavolta fatto valere. Il pomeriggio è stato chiuso dalla testa di serie numero 1 Ouahab che ha passeggiato contro l'australiano Agar travolto 6-1 6-1: unico neo per l'algerino i continui problemi alla coscia e di tenuta fisica che potrebbero pesare non poco con l'arrivo del grande caldo previsto per i prossimi giorni.

Nel doppio esce di scena la coppia italiana testa di serie numero 2 composta da Caruso e Giacalone (domani avversari nel tabellone singolare) che cede in due set a Dellien e Barroso; nessun problema per i favoriti colombiani Rodriguez e Rodriguez-Sanchez che in due parziali superano Sinicropi e Della Tommasina.

Ricordiamo anche che continua la presenza dell'Associazione ADAMO per promuovere e sostenere la preziosa attività di assistenza domiciliare ai malati oncologici: all'entrata del CTF, anche domenica gremito da tanti appassionati, è ben visibile il gazebo dell'associazione cui si può anche dare un contributo o associarsi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2013 alle 20:01 sul giornale del 25 luglio 2013 - 664 letture