x

Mercatello sul Metauro, si inaugura la Raccolta d’Arte Contemporanea nel Palazzo Gasparini

raccolta d'arte contemporanea mercatello sul metauro 3' di lettura Fano 26/04/2013 - “La parola magica è ‘educare’. Educare al bello”. Questo è stato il proposito che ha spinto Pasquale Martini, scultore di origini abruzzesi residente a Mercatello sul Metauro, a intraprendere il percorso che lo porterà, sabato 27 aprile 2013 alle ore 10.30, a inaugurare, nei sotterranei del Palazzo Gasparini, la nuova “Raccolta d’Arte Contemporanea”.

Questa esposizione, a carattere permanente, è costituita da un totale di 158 opere, di cui 32 sculture e 126 dipinti, generosamente donate al Comune di Mercatello sul Metauro da artisti italiani e stranieri affermati a livello nazionale ed internazionale. Martini ha portato avanti questo ambizioso progetto, forte del sostegno della locale Pro Loco e dell’Amministrazione Comunale, nonché del prezioso contributo di enti come la Banca dell’Adriatico che, a supporto della forte impronta culturale dell’iniziativa, ha finanziato l’intera realizzazione del catalogo.
L’iter per il raggiungimento di questo importante traguardo è stato lungo e impegnativo, controbilanciato da un’altrettanto forte determinazione nel compiere un passo in avanti nella promozione del territorio. “La prima opera donata per la Raccolta si chiama ‘Dream’” afferma sorridendo Martini, sottolineando che la realizzazione dell’intero progetto è stata dettata dal sogno di costruire concretamente un bene fruibile dai cittadini. A tal proposito, vista la scarsità delle risorse finanziarie alle quali attingere, è stata fatta, come si suol dire, “di necessità virtù”: Martini ha infatti predisposto un sistema di “adozione” delle opere da parte di privati allo scopo di coprire i costi di allestimento e predisposizione dei pezzi nella loro locazione definitiva; anche questa iniziativa collaterale è protesa a favorire l’instaurarsi di un legame stretto con un patrimonio comune da valorizzare e sul quale investire nel bene delle generazioni future. “L’arte è di tutti e per tutti - sostiene Martini- Spesso si tende a discriminare forme d’arte figurativa contemporanea perché non rientrano in canoni oggettivi e non sono quindi di immediata comprensione. La Raccolta ha l’obiettivo di educare alla scoperta del bello dovunque esso si trovi, soprattutto nel diverso, soprattutto nell’ignoto”.
Nel progetto hanno creduto anche le curatrici dei testi critici del catalogo, le Prof.sse Bonita Cleri e Silvia Cuppini, docenti di Storia dell’Arte presso l’Università degli Studi “Carlo Bo” di Urbino leggendo, in questa iniziativa, l’arricchimento di un vasto patrimonio artistico già presente, un itinerario che parte dalla sobrietà dell’arte delle origini alla complessità delle forme d’arte odierna. “Trovo intrigante – scrive la Prof.ssa Cleri nella presentazione - che un comune eccentrico, quasi al limite della Massa Trabaria, sia in grado di gestire la memoria del passato e di misurarsi con il dibattito figurativo attuale”.
Un traguardo che sarà presto affiancato dall’imminente apertura della nuova ala del Museo di San Francesco, fornito di laboratori per gruppi scolastici, al fine di educare all’arte anche le generazioni più giovani. Una dimostrazione del fatto che, grazie alla volontà dei cittadini e a una buona coscienza civica, Mercatello ha prolungato, come afferma la Prof.ssa Cuppini nello stesso catalogo, “la sua vocazione di luogo d’arte verso una testimonianza viva del sentire contemporaneo”.


da Pro Loco - Mercatello sul Metauro







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2013 alle 23:09 sul giornale del 27 aprile 2013 - 1424 letture

In questo articolo si parla di cultura, mercatello sul metauro, Pro Loco di Mercatello sul Metauro, raccolta d'arte contemporanea mercatello sul metauro, palazzo gasparini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Mh2





logoEV
logoEV