x

'La tua Fano' contro i tagli al trasporto pubblico locale

Giacomo Mattioli 2' di lettura Fano 26/04/2013 - “La Tua Fano” guarda con apprensione ai taglio del 4% delle risorse destinate al Trasporto Pubblico Locale operato da parte della Regione Marche con Delibera del 28 dicembre scorso, dopo il taglio del 5% già operato nel gennaio 2012.

Proprio nel momento in cui le famiglie non riescono più a fronteggiare i costi dei veicoli privati, per la seconda volta in due anni, la Giunta Regionale dispone la “riduzione delle percorrenze”, mostrandosi insensibile alle necessità dettate dalla crisi, per di più con una delibera emanata durante le feste, forse a cercare di farla passare inosservata.

E' inoltre paradossale come la stessa Regione, che ci bacchetta per i livelli delle polveri sottili nelle nostre città, adotti un provvedimento che di fatto ne aumenta gli effetti, in quanto disincentiva il trasporto pubblico e favorisce la circolazioni di veicoli privati.

Disincentivare l’uso del mezzo pubblico, inoltre, significa andare a colpire le fasce più deboli della società, coloro i quali per colpa della crisi faticano ad arrivare a fine mese e, complici i rincari dei prezzi dei carburanti, vedono l’uso del mezzo pubblico come una necessità: pensiamo ad esempio agli studenti, ai lavoratori pendolari, agli anziani, agli abitanti dei piccoli centri dell’entroterra.

Aggiungiamo poi che questi tagli della Regione interessano indiscriminatamente tutte le aziende di Trasporto Pubblico Locale, senza distinguere quelle virtuose da quelle non virtuose; emblematico è il caso dell’AMI, che negli ultimi anni si è impegnata a razionalizzare costantemente le risorse eliminando gradualmente eventuali sprechi, ma che viene trattata allo stesso modo di altre aziende che non hanno mai fatto nulla di tutto ciò.

“La Tua Fano” ha presentato un Ordine del Giorno in Consiglio Comunale per discutere questo problema e, assieme alla maggioranza del Consiglio, adoperarsi per far sì che tutti gli enti e tutti i livelli istituzionali tentino di convincere la Giunta Regionale a rivedere questo provvedimento che altrimenti, visti i contratti di servizio in corso con le aziende di trasporto Pubblico (nel nostro caso Adriabus), e considerati gli obblighi di legge, non potrà che concretizzarsi in minori corse nei giorni festivi e durante il periodo estivo.

Alla faccia del turismo, dell’accoglienza, e dell’attenzione alle fasce deboli.


da Giacomo Mattioli
Consigliere Comunale - La Tua Fano
Presidente della Commissione Urbanistica-Ambiente




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2013 alle 22:45 sul giornale del 27 aprile 2013 - 455 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, la tua fano, trasporto pubblico locale, Giacomo Mattioli, tagli regionali al trasporto pubblico locale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/MhV





logoEV
logoEV