x

Isola del Piano: è arrivata la carovana antimafia

2' di lettura 22/04/2013 - Si è svolta sabato mattina presso la “Fattoria della Legalità” di Isola del Piano (PU) la prima tappa marchigiana della Carovana Internazionale Antimafie. Ad attenderla, presso il bene confiscato alla criminalità organizzata e assegnato al Comune di Isola del Piano, circa un centinaio di persone tra le quali i rappresentati dei soggetti promotori della manifestazione: Libera, Avviso Pubblico, Arci, Cgil, Cisl, Uil, Rete degli Studenti Medi, Unione degli Universitari.

Presenti anche molti amministratori locali, a partire dal Sindaco di Isola del Piano Giuseppe Paolini, che hanno avuto l’occasione non solo di confrontarsi con Franco Corradini (Assessore al Comune di Reggio Emilia e rappresentante di Avviso Pubblico) ma anche di attivare il percorso di adesione dei propri Comuni ad Avviso Pubblico, l’associazione nazionale che collega e coordina gli Amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica e nella Pubblica Amministrazione.

A diciannove anni dalla prima edizione che, a un anno e mezzo dalle stragi di Capaci e via D’Amelio, attraversò la Sicilia per portare solidarietà a chi operava in prima fila per garantire legalità e giustizia, la Carovana Antimafie – il cui slogan significativamente è “SE SAI CONTARE, INIZIA A CAMMINARE!” – è oggi un appuntamento nazionale e internazionale che prevede oltre 90 tappe e centinaia di iniziative e appuntamenti di carattere sociale e culturale. Il progetto ha un filo conduttore che tiene insieme il tema della transizione politica vissuta dall'Italia con le grandi trasformazioni dell’altra riva del Mediterraneo. La carovana come viaggio attraverso paesi al tempo del mutamento, divisi fra la voglia di voltare pagina e l’inquietudine per le grandi questioni sociali. Criminalità organizzata e corruzione sono i maggiori freni allo sviluppo e gli agenti di degrado che indeboliscono le economie di interi Paesi. La carovana unisce i territori, ne raccoglie le ansie, trasporta una domanda di cambiamento che solo un “guizzo creativo” può trasformare in un grande processo di rinnovamento culturale. Mettendo al centro l’educazione popolare e la partecipazione.

In questo senso la scelta e il valore, anche simbolico, di accogliere la Carovana Internazionale Antimafie presso il bene confiscato a Isola del Piano è molto significativo e testimonia una volta ancora l’impegno di forze sociali, associazionismo, società civile ed enti locali contro l’insediamento della criminalità organizzata nel nostro territorio.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2013 alle 00:30 sul giornale del 22 aprile 2013 - 572 letture

In questo articolo si parla di politica, michele altomeni, isola del piano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/L5K





logoEV
logoEV