x

Cagli: più di 2 mila persone in piazza per dire 'No' alla chiusura dell'ospedale

Cagli: manifestazione contro la chiusura dell'ospedale 1' di lettura Fano 13/04/2013 - Oltre 2 mila persone, questa mattina, a Cagli hanno manifestato contro il piano sanitario regionale che prevede la trasformazione dell’ospedale locale in casa della salute: un modo, secondo i partecipanti, di cancellare la sanità pubblica e il diritto alla salute dell’entroterra.

Ad aprire il corteo i sindaci e i gonfaloni di tutti i sette comuni della comunità montana del Catria e del Nerone e di altri comuni limitrofi, ennesima dimostrazione che l’ospedale non è solo di Cagli ma di un territorio molto più vasto che confina con 2 regioni. Un colorato e rumoroso corteo, costituito soprattutto da giovani, si è snodato lungo le vie del centro storico, pronto ad accoglierlo con le vetrine dei negozi serrate, gli striscioni e le lenzuola bianche appese a ogni finestra in segno alla protesta.

L’entroterra il suo NO lo ha gridato in coro, scegliendo una coreografia spettacolare per amplificarne l’eco. Al suono di una sirena, 2 mila cartoncini sollevati al cielo hanno riprodotto, su una piazza dell’ospedale gremita, un gigantesco NO, gridato all’unisono da tutti i partecipanti. NO a una riconversione dell’ospedale di Cagli, destinato, nei piani della giunta Spacca, a diventare poco più di un poliambulatorio, insufficiente per coprire le esigenze sanitarie di un territorio molto ampio e particolarmente difficile, con frazioni che distano oltre 70 minuti dall’ospedale più vicino, quello di Urbino.

La manifestazione è stata organizzata e coordinata dal comitato in difesa dell’ospedale, nato per sostenere la struttura da anni vittima di tagli e ridimensionamenti, con la partecipazione di moltissimi giovani, preoccupati per il futuro di un territorio che, senza servizi, è destinato a morire.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-04-2013 alle 20:27 sul giornale del 15 aprile 2013 - 865 letture

In questo articolo si parla di attualità, ospedale, cagli, manifestazione, Comitato per la difesa dell'ospedale di Cagli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/LLa





logoEV
logoEV