x

Contraffazione prodotti 'bio': Amab e Consorzio Marche Biologiche esprimono la propria posizione

agricoltura biologica 2' di lettura Fano 11/04/2013 - In riferimento all’operazione Green War della Guardia di Finanza, che ha visto il sequestro di oltre 1.500 tonnellate di cibo spacciato per biologico in diverse regioni d’Italia, Amab (Associazione Mediterranea Agricoltura Biologica) e Consorzio Marche Biologiche intendono esprimere la propria posizione.

Francesco Torriani, Presidente Amab e Consorzio Marche Biologiche, dichiara “Come produttori biologici italiani siamo stanchi di subire la concorrenza sleale di imprenditori, sarebbe meglio chiamare faccendieri, senza scrupoli che pur di lucrare, importano prodotti convenzionali, destinati al mercato zootecnico ed alimentare, che poi vengono venduti come provenienti da agricoltura biologica. Ovviamente attendiamo di avere maggiori informazioni sull'accaduto ma da subito vorrei, a nome delle associazioni che rappresento, esprimere solidarietà e sostegno nei confronti della Guardia di Finanza che, ancora una volta, si è trovata a dover fare chiarezza in questo settore, oltre che alla Procura di Pesaro e alle Forze dell'Ordine impegnate nell'operazione. Gli agricoltori biologici, insieme ai consumatori, sono le prime vittime di questa frode intollerabile”.

Il settore del biologico rappresenta un importante traino per l’economia italiana. Secondo un’indagine presentata da ISMEA (Istituto di Servizi per i Mercato Agricolo Alimentare) il consumo di prodotti biologici in Italia continua a registrare progressi anche in tempo di crisi, con un incremento della spesa del 6,1% nel primo semestre del 2012 (rispetto alla prima metà del 2011). Con un valore al consumo di circa 3 miliardi di euro, l'Italia è quarta nella graduatoria europea, dietro Germania, Francia e Regno Unito, e sesta a livello mondiale (http://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/7517)

AMAB e Consorzio Marche Biologiche sottolineano ai consumatori l’importanza di affidarsi ad aziende serie che possano garantire la qualità e la sicurezza dei propri prodotti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-04-2013 alle 16:40 sul giornale del 12 aprile 2013 - 1671 letture

In questo articolo si parla di attualità, amab, agricoltura biologica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/LFQ