x

Duum, le magiche acrobazie dei Sonics in esclusiva al Teatro della Fortuna

Duums 3' di lettura Fano 08/04/2013 - Una sfida alle leggi di gravità unita all'armonia del movimento. Da Miami a Mumbai, da Francoforte a Dubai passando per Patrasso, Beirut e Kiev fino al Teatro della Fortuna di Fano. Mercoledì 10 aprile (inizio ore 21.00) il Fortuna Opera Festival chiude prima edizione con i Sonics, un evento sempre unico nel suo genere che lascerà tutti gli spettatori a bocca aperta.

Stupore, meraviglia e sorpresa per la potenza e la grazia fisica di questa compagnia tutta italiana di acrobati volanti e danzatori che con il nuovo spettacolo DUUM (a Fano in esclusiva regionale) conduce il pubblico di tutte le età nei luoghi surreali e indefiniti della fantasia umana, quello di un regno mitico al centro della terra. Il mito di Agharta ha origini antiche. Secondo la tradizione induista, esiste un grande regno sotterraneo dove dimorerebbe il Re del Mondo, colui che, da Shamballah (in sanscrito "città degli smeraldi"), la capitale di questo grande luogo mitico, domina le menti dei re, degli imperatori e dei grandi di tutto il mondo. Qui, vivono esseri superiori, da tempo immemorabile. Esseri capaci di cose inaudite, in grado di usare ancora quell'energia chiamata Vril che noi, uomini di superficie, abbiamo ormai dimenticato. Un'energia che risiede addormentata in noi e che può essere ancora risvegliata. Questa energia permette, a chi la sa usare, di volare, di spostare oggetti solo con la forza del pensiero, di leggere nella mente altrui. Fin qui il mito, fatto di antiche leggende e più recenti testimonianze di alcuni esploratori che raccontano esperienze né mai comprovate né mai confutate (vedi il diario dell’ammiraglio Richard E. Byrd relativo alla sua grande esplorazione in Antartide del 1947, conservato attualmente presso il Centro di Ricerca Polare Byrd dell'Università di Stato di Columbus, Ohio-USA).

Le avventure del viaggio di risalita degli aghartiani fu descritto nei racconti dello scrittore Willis G. Emerson da cui è tratta la fantastica storia di DUUM. La tecnica e la plasticità dei corpi degli acrobati, i costumi, le musiche, i giochi di luce di forte impatto emotivo raccontano i continui sforzi, a volte ironici a volte poetici, degli abitanti di Agharta di compiere il DUUM ovvero il salto verso la superfice, la giusta vibrazione, il vero segreto che permetterà loro di lasciare per sempre le viscere della terra.

Momenti contemplativi ed altri carichi di adrenalina, emozioni pure non convenzionali nell’ultima opera creata dal fondatore di Sonics, Alessandro Pietrolini insieme a Ileana Prudente. La compagnia nata nel 2001 ha collezionato straordinari successi in tutto il mondo. Tra tutti la Cerimonia di Chiusura dei Giochi Olimpici di Torino e la Cerimonia di Inaugurazione dello stadio olimpico di Kiev per gli Europei di Calcio 2012.

Volti e corpi perfetti di professionisti italiani che sin dall’esordio inseguono un sogno, coniugare acrobazia, musica, effetti speciali e spettacolo e a giudicare dall’entusiasmo del pubblico che riempiono piazze e teatri e dalle richieste che giungono da ogni angolo del pianeta, il sogno è stato raggiunto.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-04-2013 alle 18:14 sul giornale del 09 aprile 2013 - 1065 letture

In questo articolo si parla di cultura, teatro, fano, teatro della fortuna, Fondazione Teatro della Fortuna, sonics, Fortuna opera festival, duums

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/LxW





logoEV
logoEV