x

'Bene comune', analisi della città a un anno dalle elezioni

bene comune Fano 2' di lettura Fano 07/04/2013 - Venerdì 6 aprile si è tenuta l’annuale assemblea di Bene Comune presso locali siti in via Trave.

Al termine di un lungo pomeriggio iniziato alle 16 e terminato alle 20 la affollata assemblea di circa 70 persone tra soci, simpatizzanti ed auditori di altre realtà politiche, ha votato all’unanimità un ordine del giorno che analizzando la realtà politica e sociale della nostra città, ha posto alcuni presupposti dell’agire della lista civica in questo anno di avvicinamento alle elezioni:

Consapevoli delle grandi responsabili che saranno presenti nella prossima tornata amministrativa del 2014 , vista la grande crisi che sta vivendo sia la nostra città che il nostro paese, esclusa, dopo dieci anni di opposizione dura e tenace, la possibile condivisione con i partiti che hanno amministrato, male secondo noi, la città in questi anni , abbiamo ritenuto un dovere tessere contatti con alcune forze politiche presenti a livello comunale, che hanno condiviso lo stesso impegno di opposizione, al fine di verificare contenuti programmatici e prospettive .

Il presidente De Marchi ed il Consigliere Benini hanno presentato all’assemblea l’esito di questi confronti e l’ assemblea ha preso atto che dai contatti avuti è emerso che al momento nessuna forza politica è in grado di effettuare proposte impegnative e definitive per la propria organizzazione, in funzioni di possibili collaborazioni.

Il maggior partito di opposizione (il PD) mantiene posizioni di programma (sull’Ospedale unico a Fosso SEjore, sulla gestione dell’acqua, sul piano di sviluppo della città, ecc..) assai lontane da quelle di BC e nello stesso tempo non è attualmente in grado definire con quale metodo e quali persone (candidati) procederà alle prossime elezioni, rimandando tutto ad autunno. Anche il movimento F5S - con il quale, invece, abbiamo condiviso linee programmatiche ed il candidato sindaco nell’ultima tornata elettorale – in questo momento forse anche pressato dalle incombenze derivanti dal movimento nazionale, non risulta in grado di analizzare i futuri scenari elettorali, e rimanda qualsiasi valutazione in merito.

BC ritiene importante non trascurare nulla, pertanto si prepara all’appuntamento elettorale nella completa autonomia, dando il via da subito a tutta una serie di attività di formazione, conoscenza confronto per meglio capire i problemi della città e dei cittadini che la abitano. I referenti principali di questa futura fase organizzativa, continueranno ad essere il Presidente Carlo De Marchi ed il consigliere comunale Luciano Benini, verso i quali l’assemblea ha manifestato la più completa fiducia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2013 alle 19:48 sul giornale del 08 aprile 2013 - 481 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Carlo De Marchi, bene comune, assemblea annuale bene comune fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Lwb





logoEV
logoEV