Raccolta differziata, Sorcinelli: 'Bene, manca qualche accorgimento'

federico sorcinelli 3' di lettura Fano 24/11/2012 - L'intervento di Federico Sorcinelli (La Destra) in merito alla recente introduzione della raccolta differenziata in alcuni quartieri della città.

In diversi quartieri di Fano, da qualche settimana è stato introdotta la raccolta differenziata spinta, secondo un modello che probabilmente si allargherà a gran parte della città. In primo luogo dobbiamo dire che la cosa è certamente positiva, perché porterà ad una crescita della percentuale della raccolta differenziata, che fino ad ora era rimasta sotto i livelli richiesti dalla legge.Cosa questa che ci consentirà di risparmiare la ecotassa sin qui pagata, proprio per non aver raggiunto la percentuale di raccolta differenziata prevista.

Sperando che il costo della raccolta della frazione organica e di quella secca non riciclabile, che adesso viene effettuato porta a porta, non sia maggiore del risparmio della ecotassa.. perchè altrimenti avremmo fatto il cosiddetto “guadagno del castagnaro”.. Comunque vogliamo dire che le isole ecologiche recentemente approntate, sicuramente rappresentano un vantaggio per i cittadini, (anche se in qualche caso l’ubicazione potrebbe essere migliorata); infatti in precedenza i rifiuti differenziati spesso dovevano essere portati fino alla sede di Aset. C’è però anche qualcosa che a nostro avviso non va bene: come tutti sanno la frazione organica e quella secca non riciclabile vengono raccolte porta a porta, perche non sono stati previsti i relativi cassonetti.

Poiché la raccolta porta a porta viene effettuata 2 volte la settimana per i rifiuti organici e 1 sola volta la settimana per i rifiuti secchi non riciclabili, questo vuol dire che si devono tenere in casa questi due tipi di spazzatura per diversi giorni. Se uno non ha il giardino la cosa diventa particolarmente sgradevole. Tra l’altro i contenitori previsti da Aset sono insufficienti per le famiglie numerose e per giunta con l’arrivo della stagione calda il problema diventerà decisamente più pesante. Dunque non si capisce davvero perché non si possano avere dei cassonetti anche per questo tipo di rifiuti, come d’altronde succede anche in tante altre città, anche a noi vicine. (per esempio in alcuni quartieri di Pesaro, a San Costanzo, a Macerata; si tenga presente altresì che in tutte queste città gli obiettivi di raccolta differenziata richiesti dalla legge sono stati raggiunti).

Inoltre la raccolta con le isole ecologiche costa molto di meno della raccolta porta a porta.. E allora perché proseguire su questa strada ? Potremmo capire se questo fosse solo un passaggio per abituare la gente ad uno smaltimento dei rifiuti più complicato di quello cui si era abituati. Ma allora ci aspettiamo che prima dell’estate, quando i problemi di cui sopra si aggraveranno col caldo, Aset passi alla raccolta differenziata solo attraverso le isole ecolgiche.

D’altronde crediamo che si debba sempre scegliere, una volta rispettati gli obblighi di legge, la strada meno costosa e che comporta meno disagi per i cittadini: che queste siano le caratteristiche della raccolta a mezzo isola ecologica crediamo proprio che nessuno lo possa contestare. Infine, nel momento in cui c’è una consistente quantità di rifiuti organici, si pone il problema di cosa farne: attualmente ci dicono che vengono trasferiti in altre località dove ci sono le strutture necessarie per la loro trasformazione. Lì vengono accolti i nostri rifiuti, naturalmente previo pagamento da parte nostra di una salata fattura. Ovviamente sarebbe meglio lavorare in loco e in proprio questi rifiuti, realizzando anche nella nostra città la necessaria apparecchiatura; (il cosiddetto digestore anaerobico), da collegare magari anche all’impianto di Aura Srl? (Per chi non lo sapesse Aura è una società controllata dal Comune che produce energia elettrica dal metano proveniente dai rifiuti in discarica).

Per quale ragione il Comune non incarica una delle sue società controllate di procedere velocemente su questa strada?


da Federico Sorcinelli
segretario La Destra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2012 alle 15:09 sul giornale del 26 novembre 2012 - 555 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, raccolta differenziata, la destra, Federico Sorcinelli, La Destra Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Gsk