x

Alla mostra di Federico Guerri le lavagne diventano opere d'arte

mostra di Federico Guerri 1' di lettura Fano 23/09/2012 - Si è inaugurata domenica 23 settembre, alle ore 11, alla Galleria d'Arte Contemporanea "Gasparelli" di Fano, la mostra di Federico Guerri "La civilizzazione. Ecco il destino è una statua arsa affamata e io vi giro intorno pazzo d'anni di sere e di ritorni".

Federico Guerri nasce a Cesena nel 1972. Si diploma in scultura all'Accademia di Belle Arti di Bologna nel 1995. Oggi, vive e lavora tra Bologna e Cesena. Ardesia incisa con una punta metallica, è la tecnica che contraddistingue l'artista romagnolo. Tecnica in parte ereditata dal padre incisore. Guerri recupera ex lavagne e le incide a mano con punteruoli, un lavoro accurato e molto impegnativo, che si protrae nel tempo.

Il gallerista di Fano, Rodolfo Gasparelli, espone tre opere dell'artista di grande formato a rappresentare un'idea monumentale. Olio, segni bianchi e lavagne nere si mescolano e creano uno straordinario effetto drammatico, uno scontro tra due universi, astrattezza e durezza. Dove anche soggetti interni e domestici si contrappongono a visioni esterne. L'artista, sfruttando spaccature e difetti del materiale, riesce a trasformare semplici lavagne in lame taglienti, magnifiche opere d'arte cariche di provvisorietà.

La mostra di Federico Guerri alla Galleria d'Arte Contemporanea "Gasparelli" rimarrà aperta fino al 30 ottobre. Il catalogo è disponibile in galleria.








Questo è un articolo pubblicato il 23-09-2012 alle 14:49 sul giornale del 24 settembre 2012 - 926 letture

In questo articolo si parla di cultura, fano, galleria, Sabrina Giovanelli, mostra di federico guerri, galleria arte contemporanea gasparelli, lavagne, ardesia, gasparelli rodolfo, federico guerri, civilizzazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/D9z





logoEV
logoEV