x

Successo per la pedalata critica 'Muoversi nella giusta direzione'

Pedalata critica 'Muoversi nella giusta direzione' 2' di lettura Fano 18/09/2012 - Oltre 120 erano i cittadini in bicicletta che la scorsa domenica mattina percorrevano le vie di Fano partecipando alla pedalata critica "Muoversi nella giusta direzione".

Mostravano slogan molto significativi: "La bici migliora la circolazione", "Pedonale: l’isola che non c’è", "Più bici, meno auto", "Chi viaggia in bici merita un premio". E’ stata la risposta alla campagna ferragostana che ha dipinto i ciclisti come un pericolo pubblico, per "educare" i quali sono stati addirittura schierati carabinieri, poliziotti e reparti speciali dell'esercito!

La passeggiata è servita a dimostrare che, anche mettendoci le migliori intenzioni, chi si muove senza inquinare e senza intasare le strade corre seri rischi per la sua incolumità e deve arrangiarsi come può. Poche piste ciclabili e malmesse. Spazi stradali considerati al 100% al servizio dei mezzi a motore. Pedoni che devono camminare in mezzo alla strada perché i margini, invece che marciapiedi, sono parcheggi, talvolta anche di dubbia legittimità.

Significativi i punti toccati dalla lunga carovana: corso Matteotti (dopo le recenti decisioni in consiglio comunale, non si capisce se si può ancora percorrere a doppio senso); la zona porto (pista ciclabile che finisce su parcheggi auto e continua sul marciapiedi); viale Cairoli (nonostante la larghezza e i due controviali, nessuna pista ciclabile); via Kennedy e via Palazzi (sprotette e rese a senso unico di percorrenza); la Stazione ferroviaria (mancano parcheggi bici coperti e sicuri; manca completamente di rete ciclabile in direzione centro, mare e periferia).

Domenica 16 settembre è stata la prima giornata della "Settimana europea della Mobilità sostenibile". Siccome a Fano su questo argomento serve una razione straordinaria di sensibilità, sabato prossimo (giornata conclusiva della Settimana europea) ci sarà il bis, con un’altra iniziativa in fase di preparazione.

Ringraziamo tutti gli intervenuti, le associazioni che hanno sostenuto la pedalata (Argonauta, La Lupus in Fabula, Comitato Bartolagi, Fanocuore, il Comitato per la pista ciclabile di Fenile, Action Aid ed altre) ed infine le forze dell'ordine presenti, in particolare i Vigili Urbani di Fano, che hanno agevolato il passaggio del corteo di ciclisti negli attraversamenti più critici.












logoEV
logoEV