x

In arrivo una pedalata critica per 'Muoversi nella giusta direzione'

Muoversi nella giusta direzione 3' di lettura Fano 13/09/2012 - Nell'ambito della Fiera della Sostenibilità e della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, domenica 16 settembre alle ore 10, con partenza da piazza XX settembre a Fano, ci sarà un pedalata critica per "Muoversi nella giusta direzione".

Tra i promotori dell'iniziativa le associazioni: For-Bici, Lupus in fabula, Argonauta, comitato Bartolagi e comitato per la ciclabile Fenile-Fano. Dissolto il polverone mediatico ferragostano intorno alla pericolosità della bicicletta, non è ancora possibile attraversare la città di Fano (40.000 biciclette stimate dalla Questura) rispettando i segnali stradali, in sella a un veicolo a due ruote che non fa rumore, non inquina, non è pericoloso ed è bello a vedersi. Piuttosto, con l'automobile è ancora possibile attraversare il centro storico a 50 km orari (l’impatto di un pedone/ciclista con un automezzo a 30 km/h equivale ad una caduta dal primo piano; l’impatto a 50 km/h corrisponde a un volo dal terzo piano; con un aumento della velocità di impatto da 30km/h a 50km/h, si ha un incremento di mortalità dal 10% al 70%).

L'iniziativa si tiene all’interno della "Fiera della Sostenibilità" per proporre nuovi stili di vita nel modo di muoversi, in risposta alla crisi epocale che stiamo vivendo. Minori disponibilità economiche, benzina a 2 euro al litro, constatazione che è sempre più difficile muoversi e parcheggiare, hanno causato nell’ultimo anno un crollo del mercato dell’auto, tant'è che gli esperti cominciano a parlare di “demotorizzazione”.

Centri storici con severe limitazioni alle auto, contenimento della velocità a 30km/h, centri abitati, corsie riservate ai ciclisti, miglioramento del trasporto pubblico, sono misure oramai adottate ovunque nel mondo. A Pesaro il progetto della “Bicipolitana” prosegue inesorabile! Chiediamo quindi agli Amministratori fanesi il coraggio e l’intelligenza di un piano organico della mobilità che disincentivi l’auto in ambito urbano a favore del trasporto pubblico e di pedoni e ciclisti, con un tavolo permanente di confronto con le associazioni.

In particolare chiediamo:
- che la ZTL sia allargata a tutto il centro storico con miglioramento dell’arredo urbano come richiesto dagli stessi commercianti;
- il limite dei 30 km/h in tutti i centri abitati eccetto le principali vie di comunicazione;
- doppi sensi limitati alle biciclette nelle vie che hanno i requisiti;
- che la nuova stazione intermodale debba diventare anche una ciclostazione con possibilità di parcheggiare in sicurezza al coperto e noleggiare biciclette;
- che dalla stazione partono a raggiera piste ciclabili verso il centro storico e la periferia, sfruttando anche le potenzialità della ex Fano-Urbino;
- percorsi sicuri per gli studenti, affinché possano andare a scuola in autonomia a piedi o in bicicletta (altrimenti, il prossimo agosto regaleremo, oltre ai caschi, anche giubbotti con air-bag integrato);
- il completamento della ciclabile Pesaro-Fano, che quest'estate ha causato una vittima: è scandaloso che ad oggi non sia stato preso il benché minimo provvedimento!

Facciamo quindi un caloroso invito a tutti i cittadini a partecipare, perché anche nella città di Fano ci sia un cambio di direzione nelle scelte sulla mobilità.












logoEV
logoEV