x

Matteo Ricci alle Apifarfalle: 'Anche in questo momento di crisi bisogna guardare avanti con coraggio e fiducia'

Gruppo Apifarfalle 2' di lettura Fano 09/09/2012 - Consegnati a Serra S.Abbondio 53 premi a quanti si sono distinti per qualità umane e professionali contribuendo allo sviluppo del territorio.

Si è svolta a Serra S.Abbondio, nel Monastero di Fonte Avellana, la cerimonia del premio “Una Provincia di Apifarfalle”, alla sua IX edizione, voluto dalla Provincia di Pesaro e Urbino per celebrare quanti si sono distinti per le loro qualità umane e professionali in vari settori.

Ben 53 i premiati, tra cui tre “Giovani Talenti” (l’atleta della bocciofila di Fossombrone Agnese Aguzzi di Montefelcino, il dirigente dell’Unicredit spa Matteo Rusciadelli di Urbino ed il responsabile del Centro di ascolto della Caritas di Pesaro Matteo Donati), che hanno ricevuto le congratulazioni del presidente della Provincia Matteo Ricci, del sindaco di Serra S.Abbondio Nadia Mollaroli, della dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Carla Sagretti, del presidente della Comunità Montana del Catria e Nerone Massimo Ciabocchi e del coordinatore della Confederazione italiana agricoltori di Urbino Maurizio Romagnoli.

Presenti gli assessori provinciali Renato Claudio Minardi e Massimo Galuzzi, il presidente del consiglio provinciale Luca Bartolucci, i sindaci di Fano e Urbino Stefano Aguzzi e Franco Corbucci, il vice sindaco di Pesaro Giuseppina Catalano e molti sindaci delle aree interne.

Prima della premiazione è stato proiettato il documentario di Filippo Biagianti “Musi neri. Storie di uomini e carbone” che offre uno spaccato importante dell’emigrazione provinciale verso le miniere del Belgio e della Francia. Ed è proprio a partire dal video che il presidente della Provincia ha esortato i presenti ad avere coraggio anche in questo periodo di crisi. “Gran parte della storia della nostra provincia – ha detto Matteo Ricci - è fatta di persone che negli anni ’50, in un’Italia distrutta dalla guerra e senza una lira, lasciarono il proprio paese e le proprie famiglie per lavorare all’estero. Lo ricordo spesso ai giovani: quello attuale non è il primo momento difficile che stiamo affrontando. Bisogna avere fiducia nel futuro, senza far prevalere la paura”.

“Sono molto contenta – ha detto il sindaco di Serra S. Abbondio Nadia Mollaroli – che la cerimonia sia stata portata in questo territorio, nel periodo in cui si svolge la 26esima edizione del Palio della Rocca. E’ un modo intelligente da parte della Provincia di promuovere le realtà locali e le loro manifestazioni. Sono onorata del fatto che tra i premiati ci siano il gruppo storico dei tamburini e la Pro loco di Serra Sant’Abbondio”.

Al termine della cerimonia è stato offerto un buffet da parte della Pro loco e dell’Istituto Alberghiero di Piobbico.












logoEV
logoEV