x

Mondolfo: rassicurazioni di Carloni riguardo agli allagamenti

3' di lettura 07/09/2012 - Il Vicesindaco e Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Mondolfo Alvise Carloni interviene in merito ai recenti allagamenti avvenuti nella località di Marotta dovuti agli inconsueti nubifragi dei gironi scorsi. “In seguito ai precipitosi eventi atmosferici che hanno interessato l’intera costa adriatica”, interviene Carloni, “gli addetti comunali dell’Ufficio tecnico, preventivamente allertati, hanno cercato di arginare il più possibile quanto poi si sarebbe verificato, evitando ulteriori e disastrosi allagamenti a strade e vani seminterrati e permettendo quando possibile la regolare circolazione dei mezzi”.

Interviene in modo rassicurante l’Assessore ai Lavori Pubblici, specificando che “il personale dell’ufficio tecnico comunale già preventivamente dal mese di Maggio ha ripulito ed ispezionato tutti i punti di raccolta delle acque, in particolare a Marotta e Piano Marina. In questa occasione dalle prime ore del mattina ha lavorato per aprire tutti i fossi di scolo che defluiscono verso il mare, in previsione del nubifragio pomeridiano di martedì scorso. Ma, constatata l’eccezionalità degli eventi, raramente riscontrati in precedenza in tempi e modi così dirompenti, anche il pronto intervento con le pompe per liberare i sottopassi è risultato vano, in quanto insieme all’acqua sono defluiti dai terreni circostanti numerosi detriti e terriccio difficilmente aspirabile con i mezzi a disposizione.

Bisogna constatare che l’eccezionalità dei rovesci è stata aggravata dalla maggior superficie impermeabile che gli acquazzoni hanno battuto, infatti in seguito alla realizzazione della terza corsia autostradale è aumentata notevolmente la portata delle acqua reflue e la concentrazione delle condotte verso le zone più basse in direzione del mare. Ci siamo immediatamente attivati per un incontro a breve con le autorità competenti e i responsabili della Società Autostrade per poter programmare le soluzioni e interventi di regimentazione delle acque di scolo. Inoltre il comune di Mondolfo ha incaricato, già dal 12/10/2011 con determina 557 l’Ing.Giacomo Falcioni per le analisi idrauliche preliminari delle acque meteoriche di Marotta; lo studio elaborato dovrà essere analizzato dagli uffici competenti per valutare le soluzioni idonee a evitare in maniera risolutiva i disagi e i danni alle cose e alle persone.
In merito alle dichiarazioni apparse sulla stampe sui disagi causati dall’acqua a Marotta, è meglio non dare informazioni allarmistiche in merito alla futura chiusura del passaggio a livello, perchè abbiamo previsto in casi eccezionali un percorso carrabile in superfice laterale al sottopasso pedonale che collegherà la statale a piazza Roma”. Infine, conclude il vicesindaco Carloni, “è stata sempre una mia e nostra convinzione politica come socialisti, e oggi ancora più pressante l’esigenza di realizzare uno scolmatore di fondovalle, magari se possibile in collaborazione con il Comune di Fano per evitare che anche in futuro le acque meteoriche a monte dell’Autostrada che sversano sotto Fano possano essere canalizzate verso il fiume Cesano e non riversarsi sulla Strada Statale Adriatica, sulle numerose abitazioni a monte e quelle strette tra la Ferrovia e il mare.
Lavoreremo perchè lo sviluppo urbanistico di Marotta non dovrà aggravare la rete idraulica esistente ma potrà essere un opportunità di investimento per far dormire tutti più tranquilli”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-09-2012 alle 17:17 sul giornale del 08 settembre 2012 - 457 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, comune di mondolfo, carloni, allagamenti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/DzP





logoEV
logoEV