x

Imu, sindaco Aguzzi: 'Fiducioso sul rientro del deficit'

1' di lettura Fano 20/07/2012 - "Dopo il versamento dell'Imu nel nostro Comune, abbiamo conteggiato un ammanco di 1.200.000 euro che speriamo di poter azzerare con la rata di fine anno."

Così il sindaco Aguzzi ha parlato del disavanzo nelle casse statali dopo il pagamento della prima rata di Imu:" Le stime iniziali dello Stato sono state disattese in modo così ampio perchè loro non si basano su un conteggio storico delle cifre, calcolo che così invece è stato effettuato dalla nostra amministrazione.

L'ammanco riguarda per il 40% il pagamento dell'Imu in riferimento della prima casa, il restante 60% riguarda altri immobili.

Mentre per la prima porzione, che ammonta a circa 450.000 euro, sono fiducioso nella sua completa estinzione con il pagamento dell'ultima rata a fine anno, per la restante cifra sono assai meno ottimista: è qui che si assiste alla crisi economica dei cittadini fanesi, è quindi prevedo che questi soldi non rientreranno nella loro totalità."

Conclude Aguzzi: "Aspettando che rientrano i soldi dell'ammanco, provvederemo come amministrazione comunale a congelare le spese fino al mese di ottobre, quando ci riuniremo per la consueta assemblea sul bilancio.
Ma se il deficit non dovesse essere colmato, dovremmo ricorrere ad un aumento dell'Imu."






Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2012 alle 16:15 sul giornale del 21 luglio 2012 - 650 letture

In questo articolo si parla di politica, Laura Congiu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/BSc





logoEV
logoEV