SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
pubbliredazionale

Bronzi di Pergola: la vecchia politica delle senatrici e le compiacenze dei tecnici

2' di lettura
343

Bronzi di Pergola

"E' incomprensibile l'ostinazione delle senatrici anconetane Amati e Magistrelli per ottenere il trasferimento dei Bronzi dorati dal Museo di Pergola a quello di Ancona".

"Una ostinazione che è giustificata solo dall'arroganza di un vecchio modo di fare politica interessato solo a piccoli tornaconto elettorali e campanilistici ed incapace di una visione strategica e policentrica dello sviluppo regionale".

"Una vecchia politica - ormai al capolinea - che tende ad accentrare ad Ancona tutto ciò che di meglio esiste sul territorio contribuendone alla crescita".

"I bronzi dorati sono a Pergola, loro sede naturale, in virtù di due decreti ministeriali e di tanti pronunciamenti di autorevoli esponenti della cultura e delle Istituzioni. Ultimo il parere dell'Assemblea Legislativa delle Marche".

"La presenza dei Bronzi a Pergola, in una idonea sede museale, ha consentito di sviluppare attività in campo culturale, turistico ed economico che hanno permesso a Pergola di raggiungere performance elevate nelle presenze turistiche ed un indotto economico di grande rilievo per la città. I Bronzi rappresentano una opportunità straordinaria per Pergola e tutto l'entroterra della Provincia che noi come Confcommercio intendiamo adeguatamente valorizzare".

"Il comportamento delle Senatrici Amati e Magistrelli è francamente indisponente, arrogante ed imbarazzante dal punto di vista politico e culturale. Senza alcuna giustificazione. Se non nelle assurde, fantasiose e ridicole proposte di alcuni tecnici ministeriali che ipotizzano un pendolarismo decennale dei Bronzi tra Pergola e Ancona".

"Ed a proposito dei "BUROCRATI" ministeriali trovo sconcertante l'intervento “politico” sulla stampa del Soprintendente per i Beni Archeologici delle Marche, Maurizio Landolfi, che anzichè assumere un atteggiamento super partes (come sarebbe ovvio visto che tra l'altro il Museo di Pergola è Sezione distaccata di quello di Ancona e Lui dovrebbe solo ed esclusivamente fare rispettare i Decreti ministeriali esistenti) si spinge in considerazioni politiche che non gli competono e che sono gravi ed inaccettabili. Alla stregua di un difensore d'ufficio delle Senatrici del PD".



Bronzi di Pergola

Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 12-07-2012 alle 17:45 sul giornale del 13 luglio 2012 - 343 letture