SEI IN > VIVERE FANO > CRONACA
articolo

Rinviati i funerali di Gianluca Giommi. La Procura di Pesaro indaga sulla sua morte

1' di lettura
1548

I funerali di Gianluca Giommi, il 40enne fanese morto ieri dopo 10 giorni di coma, sono stati rinviati a data da destinarsi: la messa funebre era prevista per la giornata di oggi 6 luglio alle ore 16.00 presso la chiesa di San Marco in Sassonia.

Il motivo del rinvio sarebbe da rintracciare nel fascicolo delle indagini aperto dalla Procura della Repubblica di Pesaro: si vuole infatti capire quali siano le dinamiche dell'incidente, le cause del decesso di Giommi ma soprattutto se ci sono dei veri colpevoli.

Dopo la sua morte infatti, molte sono state le polemiche nate tra gli amici più cari a Gianluca: sembra che sia arrivato all'ospedale San Salvatore di Pesaro ancora cosciente dopo la caduta dalla bicicletta lungo la pista ciclabile Pesaro-Fano (la cui causa sembra essere attribuibile ad uno scontro con un altro ciclista, ndr), e che per i soccorritori presentasse i sintomi di chi ha esagerato nel bere dopo una serata tra amici.

Per questo motivo era stato attaccato ad una flebo e sottoposto ad un esame tossicologico di routine.
Gianluca Giommi poi si sarebbe addormentato, ma era solo la conseguenza drammatica del trauma cranico dovuto alla rovinosa caduta che però non è stato evidenziato immediatamente dai medici: l'ematoma alla testa è apparso solo grazie alla tac eseguita dopo ben 3 ore dal suo ricovero a Pesaro (avvenuto intorno alle 3.30) e che ha portato all'operazione chirurgica per la sua rimozione.

Poi Giommi è entrato in coma, senza più risvegliarsi.



Questo è un articolo pubblicato il 06-07-2012 alle 11:55 sul giornale del 07 luglio 2012 - 1548 letture