Paolini (Lega Nord):'Taglio a Tribunali e Giudici di Pace è inaccettabile'

luca paolini 2' di lettura Fano 27/06/2012 - Come noto il Governo sta lavorando alla revisione delle circoscrizioni giudiziarie. In parole povere, per quanto riguarda la nostra provincia, significa chiudere 4 (o 5) uffici del Giudice di Pace e 1 (o 2) Tribunali. Ovviamente in nome del risparmio e della efficienza (tutti da verificare).

Senza entrare -in questa sede- in dettagli tecnici, il progetto è inaccettabile, in primo luogo perchè il previsto "taglio" riguarda ben...l'80% delle sedi (da 846 a 674!).
Se il giudice di pace è un c.d. "giudice di prossimità".... sarebbe interessante capire di che "prossimità" godrà un cittadino di Pergola o Macerata Feltria che, per contestare un divieto di sosta, dovrà andare a Pesaro!


Peggio ancora: le "deleghe" per la "riduzione" dei giudici di pace e dei tribunali stanno procedendo in modo separato! Significa, sempre per dirla in parole povere, che se domani si decidesse di "salvare" il giudice di pace di Fano accorpandolo al Tribunale di Fano, ma dopodomani, nell'ambito dell'altra "revisione" il tribunale di Fano finisse sopresso...saremmo a capo 48!


Ancora: il giudice di pace è una delle poche giurisdizioni davanti le quali, in diversi casi, il cittadino può difendersi da solo, cioè senza le spese dell'avvocato.
Ma se, di fatto, gli porti l'ufficio a 80/100 km di distanza e questo signore, per contestare una infrazione stradale, dovrà spendere un patrimonio in benzina, prendere 6 - 8 giorni di ferie (invece di un permessi di 2 ore) per partecipare alle varie udienze o ritirare atti, ...o finirà per non difendersi nemmeno o sarà costretto ad assumere un legale!


Infine, qualche numero su Fano.
Terza città delle Marche, bacino di utenza "giudiziaria" di 103.000 persone, con 1677 nuovi procedimenti nel 2011, dovrebbe essere privata del suo Giudice di Pace (e del Tribunale)!
E' una palese ingiustizia, che, per di più, come risulta dalla documentazione istruttoria e dalle audizioni in Commissione, non produrrà i risparmi sperati, scaricando, ancora una volta, sui cittadini, costi indiretti e disservizi.


E' quanto ho evidenziato al sottosegretario prof. Mazzamuto, un galantuomo siciliano con il dono dell'ironia, che ha preso atto di quanto sopra e si è impegnato a riferirne al Ministro, di cui abbiamo chiesto anche la audizione diretta.


Va da se che come Lega (unica opposizione al Governo Monti) faremo tutto quanto possibile, in Commissione e in aula, per convincere il Governo a scelte più ragionevoli anche in questo campo: tra nulla e "meno" 80% ci sono molte diverse combinazioni più convincenti.


da Luca Rodolfo Paolini
       parlamentare Lega 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2012 alle 16:15 sul giornale del 28 giugno 2012 - 487 letture

In questo articolo si parla di politica, lega nord marche, Luca Paolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ATZ





logoEV
logoEV