x

Rossi (FAP): 'La neve non avrebbe fermato il treno Fano-Urbino'

tamponamento treno ancona 1' di lettura Fano 17/02/2012 - Il “Fronte di Azione Popolare PU” torna ancora sul tema della Fano-Urbino e lo fa anche in considerazione delle recenti nevicate. Afferma il presidente Giacomo Rossi; “Il maltempo di questi giorni c'ha fornito degli interessanti spunti di riflessione.

Oltre che evidenziare l'importanza della necessità di preservare i presidi ospedalieri esistenti nel territorio, c'ha fatto riflettere ulteriormente sull'opportunità della riapertura della tratta ferroviaria Fano-Urbino.

Il treno infatti, a differenza degli altri mezzi di locomozione, non teme la neve, come ci dimostrano i vari treni presenti in montagna come per esempio il “Trenino Rosso” Bernina Express, attivissimo anche nell'inverno alpino. Se avessimo avuto la Fano-Urbino, avremmo avuto la Val Metauro completamente collegata indipendentemente dalle nevicate avute.

Quindi la rete ferroviaria Fano-Urbino, anche in virtù della conformità del nostro territorio, del suo clima e della viabilità provinciale, non va smantellata ma piuttosto ripristinata; vi sarebbero la logica, i mezzi e le caratteristiche per poterlo fare.

Chiediamo ancora agli altri partiti di esprimersi chiaramente sulla questione come già da tempo abbiamo fatto noi del Fronte di Azione Popolare PU”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2012 alle 16:08 sul giornale del 18 febbraio 2012 - 2060 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, la destra, tamponamento treno ancona, Giacomo Rossi, partito politico, pesaro e urbino, fronte di azione popolare pu, fronte di azione popolare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/vmr





logoEV
logoEV