Mattioli sull'approvazione del piano di dimensionamento scolastico

Giacomo Mattioli 2' di lettura Fano 28/10/2011 -

Chi si chiede perché la gente si sta allontanando sempre più dalla politica può trovare la risposta nel comportamento tenuto dall’opposizione ieri sera nel Consiglio Comunale dedicato al piano di dimensionamento scolastico.



Di “vergognoso”, come a loro piace dire, c’è stato solo il triste siparietto di parte dei Consiglieri Comunali di minoranza con i loro deplorevoli cartelli. Per non parlare del tentativo (riuscito solo in parte) di strumentalizzare e politicizzare la protesta, del tutto legittima, del comitato dei genitori.

Comitato che comunque va ringraziato per la propria spontaneità e per le sue proposte: ricordo infatti che quella dei genitori è stata l’unica voce propositiva di alternative, mentre i partiti di opposizione hanno solo saputo dire NO e chiedere il rinvio. Non solo: la cosa più preoccupante è stata che in Consiglio Comunale, organo che per definizione opera a termini di legge, alcuni Consiglieri Comunali abbiano più volte chiesto di non rispettare una Legge dello Stato e nemmeno una scadenza che la Provincia definiva “tassativa”.

Questa manovra, oltre a dimostrare la pochezza di contenuti che la minoranza esprime, nascondeva anche un altro piano: quello di voler costringere l’Amministrazione a rinviare la decisione, per poi attaccarla dicendo che non aveva preso quella decisione come invece avrebbe dovuto fare. Ma così non è stato: non siamo caduti nel tranello e, forti delle responsabilità che la politica si deve assumere, rendendosi talvolta anche impopolare a parte della cittadinanza, abbiamo approvato il piano di dimensionamento scolastico così come la Legge imponeva.

Un piano che, oltre che il rispetto della Legge, garantisce anche la tutela della continuità didattica, dell’equilibrio tra le dimensioni dei vari istituti comprensivi e della territorialità. Piano che, nonostante possa creare qualche inevitabile disagio per gli alunni attuali all’inizio del suo percorso attuativo, di sicuro saprà dare risposte migliori a chi invece a scuola deve ancora iscriversi, e cioè agli alunni di domani.

Piano che ha avuto il parere favorevole dell’ex Provveditorato, dei Sindacati e di 4 Dirigenti Scolastici su 6. Vale la pena di ricordare che questo era il primo caso in cui un piano di dimensionamento scolastico veniva discusso in Consiglio Comunale: mai le precedenti Amministrazioni si erano sognate di ampliare il dibattito in questo modo, limitandosi a provvedimenti di Giunta “blindati”.

E anche questo è stato un bel segnale di discontinuità rispetto a certi comportamenti del passato, oltre che dimostrazione di responsabilità di questo Sindaco, di questa Giunta e di questa Amministrazione.


da Giacomo Mattioli
Consigliere Comunale - La Tua Fano
Presidente della Commissione Urbanistica-Ambiente




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2011 alle 15:41 sul giornale del 29 ottobre 2011 - 418 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, la tua fano, Giacomo Mattioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/qYD





logoEV
logoEV