Due Bandiere Verdi alle scuole del circolo didattico Fano San Lazzaro e all'istituto Padalino

Due Bandiere Verdi alle scuole del circolo didattico Fano San Lazzaro e all'istituto Padalino 6' di lettura Fano 21/10/2011 -

Venerdì 14 ottobre 2011 sono state conferite, nel comune di Fano, due Bandiere Verdi alle scuole del Circolo Didattico Fano San Lazzaro e all'Istituto Comprensivo “G. Padalino”.



Questo importante riconoscimento, consegnato per la FEE Italia dal referente regionale, prof. Camillo Nardini, ha premiato le scuole per le attività svolte, l'impegno profuso, la sensibilità verso i temi ambientali ed un'attenzione particolare alla gestione della scuola improntata sempre più ad una cultura della sostenibilità. Le due scuole hanno svolto un lavoro apprezzabile, sia con iniziative che hanno visto la partecipazione trasversale di diverse discipline, sia con progetti che hanno coinvolto, assieme all'Amm.ne del Comune di appartenenza, anche Enti ed Associazioni del territorio. La Bandiera Verde è stata consegnata all'Assessore all'Ambiente, Luca Serfilippi, per i due Istituti Scolastici. Il progetto Ecoschool, finalizzato alla gestione ambientale degli istituti scolastici e all'avvio di buone pratiche in materia di sostenibilità ambientale è coordinato, per il Comune di Fano, dal LabTer Città dei bambini e coinvolge le diverse classi partecipanti in progetti di educazione ambientale.

Nel Circolo Didattico Fano San Lazzaro e nell'Istituto Comprensivo G. Padalino sono stati costituiti due Ecocomitati di cui fanno parte Insegnanti, personale non insegnante, alunni, genitori, ASET, Amministrazione Comunale. Il Circolo Didattico Fano San Lazzaro ha partecipato al progetto Ecoschool e ha conseguito la Bandiera con i seguenti progetti coordinati dall'insegnante Lucia Sorcinelli. PROGETTO ACQUA: DIFENDIAMOLA! Al progetto hanno partecipato tutte le scuole del Circolo Didattico con diverse attività. Scopo del progetto è prendere coscienza dell’importanza dell’acqua come bene comune e modificare i propri comportamenti quotidiani per averne la maggior cura possibile Perche’ parlare dell’acqua? Il diritto all’accesso ad acque pulite è la base per il rispetto di diversi altri diritti fondamentali: 1. il diritto a godere di uno standard di salute migliore possibile, elemento essenziale soprattutto per ridurre la mortalità infantile; 2. il diritto ad una alimentazione sufficiente e sana, che molto dipende dalla disponibilità di acqua pulita per l’irrigazione; 3. il diritto ad una vita dignitosa, in quanto senza l’accesso all’acqua la vita stessa ed il benessere in generale sono minacciati. In definitiva, il problema dell’acqua è oggi centrale per il futuro dell’umanità. L’impegno per l’acqua è un impegno per lo sviluppo integrale dell’umanità, per la vita di essa, per la pace. Il Collegio Docenti ha presentato il progetto mirante al raggiungimento dell’eliminazione dalle mense delle nostre scuole e da tutti i plessi dell’utilizzo dell’acqua in bottiglia a favore dell’utilizzo dell’acqua dell'acquedotto. Sono stati coinvolti l' Ufficio Lavori Pubblici del Comune per la verifica dello stato delle tubazioni, e i referenti Aset, per effettuazione a titolo gratuito dei prelievi ed analisi chimiche dell’acqua dei plessi. Infine lo stesso Consiglio di Circolo ha organizzato una conferenza stampa per pubblicizzare la delibera con la quale non è più consentito nelle scuole del Circolo, da parte dei genitori la fornitura di acqua minerale in bottiglia alle classi e in cui si invita l’Ente locale che fornisce il servizio di mensa nelle scuole primarie a tempo pieno e nelle scuole dell’infanzia ad interrompere la fornitura dell’acqua minerale in bottiglia nelle scuole del Circolo e a dotarle delle attrezzature necessarie alla somministrazione dell’acqua erogata dall’acquedotto comunale.

Altri progetti del Circolo Didattico Fano San Lazzaro sono stati: il PROGETTO UOMO TRA TERRA E MARE, pluriennale che, attraverso la conoscenza del territorio ha portato i bambini all'elaborazione di una guida della città di Fano per bambini L'attività della FESTA DEGLI ALBERI” cui ha partecipato la scuola primaria Corridoni attraverso lezioni pratiche e piantumazione degli alberi “M’ILLUMINO DI MENO” in cui le classi aderenti hanno composto una canzone per la giornata dell'iniziativa. La classe V della scuola primaria Montessori è risultata la vincitrice del concorso e la canzone sarà la sigla di apertura dell'iniziativa M'illumino di meno 2012. Il PROGETTO NONTISCORDARDIME’ nelle varie scuole del Circolo Didattico attraverso la sistemazione del giardino, la piantumazione di arbusti e fiori, la tinteggiatura della mensa del tempo pieno, la realizzazione di un orto scolastico, la realizzazione di un’aiuola interna Il PROGETTO PEDIBUS che mira all'autonomia del bambino e alla sostenibilità ambientale, e cui ha collaborato anche l'ASUR territoriale, dipartimento di prevenzione e salute. Sono state coinvolte le due classi III della scuola Corridoni a Tempo Pieno. La mostra degli elaborati del progetto Ecoschool è stata infine effettuata all'interno dell'iniziativa di educazione ambientale Città da giocare. L'istituto Comprensivo G. Padalino ha partecipato al progetto Ecoschool e ha conseguito la Bandiera con i seguenti progetti: La Scuola dell’Infanzia ha sviluppato un percorso di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità in cooperazione con le Scuole dell’Infanzia di Camacari in Brasile e con le scuole dell’Angola.

La Scuola Primaria è stata attiva protagonista del progetto “Pedibus” organizzato dall’Assessorato ai Servizi Educativi del Comune di Fano che ha avuto un grande coinvolgimento anche da parte delle famiglie. Scuola Primaria e Secondaria hanno partecipato al progetto “Bici che Passione!!!” che ha portato bambini e ragazzi a comprendere l’importanza del muoversi in città, coscienziosamente, con la bici. Tutti gli ordini di Scuola hanno partecipato alle attività di Educazione Ambientale presso il centro di Casa Archilei. L’Ecocomitato ha “sovrainteso” a tutte le iniziative dando il suo parere di fattibilità anche con spunti critici tesi a migliorare i progetti. L’Ecocomitato assieme al Consiglio d’Istituto, ha promosso un percorso di sensibilizzazione, sia attraverso il sito, sia attraverso il giornalino “Padalino News” sia per comunicazione diretta, all’utilizzo consapevole dell’acqua e alla raccolta differenziata dei rifiuti (quale logica prosecuzione delle attività già intraprese in passato per ECO-School ) Tutte e tre le Scuole hanno prodotto performances finali con filo conduttore “la sostenibilità”. In collaborazione con il FAI è stato organizzato, nell’ultima domenica di maggio, una manifestazione di Orienteering urbano che ha permesso, in un centro storico libero dalle auto, di riappropriarsi della città e della propria corporeità e capacità di orientamento. La gran parte delle uscite e visite di istruzione sono state incentrate su temi di Educazione Ambientale e di Salvaguardia del Paesaggio. Altre le esperienze a supporto di questa consapevole politica ambientale dell’Istituto come ad esempio un progetto bilaterale, che prevede scambi di studenti, con la corrispondente Scuola di Alveiro, in Portogallo che pure si fregia della “Bandiera Verde” Ecoschool.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2011 alle 17:10 sul giornale del 22 ottobre 2011 - 553 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano, ecoschool

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/qGF





logoEV
logoEV
logoEV