Forbici: 'Aspettando la Bicipolitana'

1' di lettura Fano 07/10/2011 -

Se nella vicina Pesaro avanza il progetto di "Bicipolitana" (che ha visto quest'anno l'inaugurazione di tre nuovi tratti), se la vicina Chiaravalle ottiene 1.200.000€ di finanziamenti europei e regionali, grazie a progetti di mobilità a favore di ciclisti e pedoni, ci chiediamo perchè a Fano non esista nessun piano per lo sviluppo della mobilità sostenibile, e perchè le poche piste realizzate in passato vengano gradualmente smantellate.



Nel giro di pochi mesi avremo il nuovo casello di Fenile, ma la pista ciclabile Fenile-Fano (solennemente promessa e già progettata) è di là da venire. Vogliamo una Fano verde e sicura, a misura d'uomo e uno sviluppo fatto, non di auto e cemento, ma di parchi e percorsi ciclopedonali. Non è utopia ma è l'unico futuro possibile per non soffocare nello smog e nelle polveri sottili.Per questo attraverseremo le zone verdi più significative di Fano, facendo in bicicletta percorsi ciclopedonali malridotti e non adeguatamente segnalati.

I nostri obiettivi immediati sono:
- Sistemazione e segnalazione di percorsi esistenti in degrado (ciclovia dell'Arzilla);
- Richiesta di Parco ed anello ciclopedonale in Zona Aeroporto.

A seguire, procederemo con le richieste per:
- il ripristino delle piste smantellate (via Kennedy, via Palazzi ed altre);
- la realizzazione delle piste promesse (Fano-Fenile, via Papiria);
- la conversione della Ferrovia Fano-Urbino in pista ciclopedonale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2011 alle 15:16 sul giornale del 08 ottobre 2011 - 2211 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, bicicletta, Associazione Forbici Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/p9D





logoEV
logoEV