Eletrodotto Fano-Teramo: convocazione II Commissione Consiliare

Ivana Ballante 2' di lettura Fano 18/09/2011 -

Ho presentato lo scorso 5 settembre una richiesta di convocazione della II Commissione Consilare ai sensi dell'art. 31 del Regolamento del Consiglio Provinciale per poter approfondire e discutere il tema dell'Eletrodotto Fano-Teramo che riguarda diversi Comuni della nostra Provincia. La richiesta, sottoscritta anche dai Consiglieri Provinciali PDL Lorenzo Rabini, Massimo Bello, Nedo Brugiamolini, Paolo Lovascio e Massimo Palazzesi , é stata accolta dal Presidente della Commissione Paolo Raffaeli che ha disposto la convocazione della Commissione per il giorno 27 settembre.



La sottoscritta Ivana Ballante, Presidente Gruppo AN- PDL, unitamente ai sottoscritti Consiglieri Provinciali,
premesso
- che in data 30.06.2005 è stato siglato un Protocollo d’Intesa tra Regione Marche,UPI, ANCI, UNCEM e TERNA S.P.A. per l’applicazione della Valutazione Ambientale Strategica ( VAS ) alla pianificazione degli interventi della rete elettrica ad alta tensione regionale;
- che trattasi di elettrodotto 380 KV che riguarda il tratto FANO- TERAMO e relativamente alla nostra Provincia il passaggio interessa i Comuni di: Agugliano, Corinaldo, Belvedere Ostrense, Camerata Picena, Castel Colonna, Filottrano, Jesi, Monsano, Monte San Vito, Morro d'Alba, Osimo, Ostra, Ostra Vetere, Polverigi, Ripe, San Marcello, Santa Maria Nuova, Senigallia;
- che, come da delibera della Giunta Provinciale di Ancona N. 299 del 13.06.2008, la Provincia di Ancona ha attivato la concertazione con la società Terna e gli Enti interessati per l’individuazione di una fascia di fattibilità ottimale interna al Corridoio previsto dalla delibera Regionale n. 689 del 25.05.2007;
- che a tutt’oggi non risulta ancora conclusa la fase di concertazione;
- che, di recente, il Presidente della Regione Gian Mario Spacca avrebbe dichiarato in diverse interviste di stare riesaminando e valutando il progetto presentato da Terna s.p.a., con”possibilità di interramento parziale” dei cavi in quanto “ oggi abbiamo più capacità contrattuale con Terna”;
- che la popolazione dei Comuni coinvolti richiede chiarimenti, evidenzia preoccupazione per eventuali rischi per la salute, per l’ambiente e il paesaggio e si sono già costituiti diversi Comitati;

tutto ciò premesso,
chiedono alla S.V. la convocazione della II Commissione Provinciale per la trattazione, approfondimento e discussione dell’argomento sopra descritto onde valutare nel prosieguo la convocazione di successive sedute consiliari ai fini dell’audizione degli Enti e soggetti interessati.
Distinti saluti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2011 alle 21:26 sul giornale del 19 settembre 2011 - 364 letture

In questo articolo si parla di politica, ivana ballante, Eletrodotto Fano-Teramo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/psQ





logoEV