Mascarin: 'La criminalità organizzata si contrasta con la cultura della legalità'

Samuele Mascarin 1' di lettura Fano 24/08/2011 -

Sorprendono le considerazioni che l’On. Paolini espone sulla stampa locale: sostenere infatti che nella lotta alla criminalità organizzata le azioni concrete delle forze dell’ordine e della magistratura siano in qualche modo slegate dallo sviluppo e dalla promozione della cultura della legalità da parte delle istituzioni, mi pare una riflessione un po’ debole concettualmente.



Convengo invece con l’esponente della Lega Nord che il problema della presenza della criminalità organizzata nel nostro territorio è reale e proprio per questo andrebbe affrontato con meno reticenze e con un protagonismo civile degli stessi enti locali.

L’ANBSC (Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata, istituita con D.L. 4 del 4 febbraio 2010 convertito in L. 50 il 31 marzo 2010 e posta sotto la vigilanza del Ministero dell’Interno) indica, al 1 luglio 2011, la presenza nel territorio della Provincia di Pesaro/Urbino di ben nove beni, tra immobili e aziende, sequestrati/confiscati alla criminalità organizzata, di cui uno nel territorio del Comune di Fano. Iniziare a parlarne non è un male anzi è un dovere della buona politica.


da Samuele Mascarin
Consigliere comunale Sinistra Unita





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-08-2011 alle 16:09 sul giornale del 25 agosto 2011 - 410 letture

In questo articolo si parla di politica, samuele mascarin, criminalità, sinistra unita, Luca Paolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/oGq