Silvestri: 'Da tempo mi batto per liberare i monumenti dal parcheggio selvaggio'

michele silvestri 2' di lettura Fano 11/08/2011 -

“Mi sto battendo da tempo -dice l'Assessore Michele Silvestri- per liberare i monumenti dalle auto, motorini e bici parcheggiate abusivamente e a volte in modo disordinato e sono stato il primo a porre l'accento su questo problema all'interno della Giunta fanese e ora mi stupisco che altri si ergano a paladini della giustizia per una questione della quale fino ad oggi non si erano mai occupati”.



“E' troppo facile prendersi i meriti per un lavoro fatto da altri. Forse l'Assessore Santorelli si è distratto e non si è accorto che il mio assessorato lavorava per intervenire su questo problema”. “Gli Uffici della Mobilità Urbana -continua Silvestri- oltre ad una riorganizzazione dei parcheggi che ha portato all’eliminazioni di stalli di sosta a pagamento in alcune vie, spostati in altre zone della città, grazie alle segnalazioni di alcuni cittadini, hanno fatto in modo che i monumenti più importanti della città siano stati liberati dallo scempio di auto parcheggiate a ridosso”. “I monumenti sui quali siamo intervenuti sono l'area del Pincio e dell'arco d'Augusto, la piazzetta del Duomo, San Paterniano, Santa Maria Nuova, San Leonardo, San Domenico e ora -sottolinea Silvestri- continueremo il lavoro nella Piazzetta della Chiesa del Suffragio e a S. Pietro in Episcopio”.

“E' importante -dice Silvestri- organizzare una città con un'offerta di parcheggi adatta alla zona e alle diverse esigenze che possono essere di carattere turistico, commerciale e residenziale”. Con questo intervento si sono valorizzati meglio i monumenti della città e i fanesi e turisti possono ammirare le bellezze storiche di Fano in tutta la loro interezza, senza che siano deturpate da auto, moto e bici parcheggiate davanti. ”Sono molto soddisfatto -spiega Silvestri- di questo intervento che avevo in mente di fare da tanto tempo perchè sono convinto che la nostra città abbia delle risorse storiche molto importanti che vadano valorizzate e non nascoste. Era uno spettacolo molto brutto passare davanti a questi stupendi monumenti e vedere auto parcheggiate davanti anche in modo disordinato che a volte ostruivano addirittura il passaggio dei pedoni”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2011 alle 17:06 sul giornale del 12 agosto 2011 - 2134 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano, parcheggio, michele silvestri, monumento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/omK



Quello delle bici lasciate a ridosso di documenti è un vizio e, anche, una vera a propria inciviltà.
Ma quando si dice "valorizzazione dei monumenti" e di tutto il patrimonio storico s'intende ben altro.
Se si si dovesse ridurre ad una maggiore attenzione alla questione "bici in disordine" e nulla più davvero vorrebbe dire di non averci capito proprio niente.
Come a volte pare proprio che sia.

Caro Assessore,
Lei si batte "per LIBERARE i monumenti dalle bici". Per carità, battaglia sacrosanta e meritoria... Ma, se la "notizia" che vuole uno stand della birra sotto l'Arco d'Augusto dovesse risultare vera, chi ci libererà da chi dovesse permettere questa nuova "profanazione"?




logoEV