x

Fano Jazz By The Sea: appuntamento con il chitarrista John McLaughlin

John McLaughlin 2' di lettura Fano 22/07/2011 -

Lunedì 25 luglio la XIX edizione di Fano Jazz By The Sea prende ufficialmente il via con un ospite d’eccezione: John McLaughlin. Il celebre chitarrista inglese, al suo debutto in terra marchigiana, si esibirà sullo scenografico “palcoscenico sull’acqua” allestito al Porto di Fano – Marina dei Cesari (ore 21; biglietti 30 Euro, posto unico; ridotti 25 Euro), assieme al suo gruppo di più recente costituzione, The 4th Dimension. La serata prevede anche l’esibizione al “Pala J” (ore 23; ingesso libero) del quartetto del chitarrista Walter Beltrami.



John McLaughlin, classe 1942, è un autentico mito della chitarra, non solo in ambito prettamente jazzistico. Il suo percorso artistico, appassionante come pochi altri, rivela una naturale inclinazione alla sperimentazione e all’innovazione: dalle prime importanti esperienze nell’alveo della fiorente scena del British Jazz di fine anni Sessanta all’approdo alla corte di Miles Davis (partecipando attivamente alla realizzazione di capolavori assoluti come In A Silent Way, Bitches Brew e A Tribute To Jack Johnson), dalla costituzione della prima Mahavishnu Orchestra nei primi anni Settanta alle successive sue reincarnazioni, dall’esplorazione della musica indiana con Shakti alla collaborazione con Carlos Santana, dal supertrio con Paco De Lucia e Al Di Meola ad omaggi a colossi del jazz come Bill Evans e John Coltrane, alla Five Peace Band con Chick Corea. McLaughlin ha rivoluzionato il linguaggio della chitarra jazz, lo ha portato a contatto con il rock, con la world music; ha sperimentato le potenzialità offerte dalla tecnologia e nel contempo esaltato la dimensione acustica della sei corde. The 4th Dimension è l’ultima creatura del grande musicista inglese, con la quale ha registrato nel 2010 l’album To The One: un quartetto che si pone come punto di incontro fra musicalità diverse, con al centro la spontaneità e il dinamismo del jazz. Accanto all’autorevole leader ci sono il tastierista (ma anche abile batterista) Gary Husband, anch’egli britannico, il bassista di origine camerunense Etienne MBappe (già partner di Joe Zawinul) e il batterista indiano Ranjit Barot.

Il quartetto di Walter Beltrami (forte del sassofonista e clarinettista Francesco Bearzatti e completato dal bassista Danilo Gallo e dal batterista Stefano Tamborrino) presenterà i brani del recente album Paroxysmal Postural Vertigo, il cui titolo deriva da un disturbo dell’equilibrio le cui conseguenze sono un forte senso di vertigine ed effetti visivi che assomigliano molto ad allucinazioni psichedeliche. Il musicista bresciano vi ha forzatamente convissuto per sei mesi e ne ha tratto ispirazione per una musica in cui momenti carichi di tensione, dal piglio rockeggiante, si alternano ad altri più lirici, poetici.

Prevendite: Teatro della Fortuna, 0721 800750

Website: www.fanojazznetwork.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-07-2011 alle 19:39 sul giornale del 23 luglio 2011 - 415 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Fano Jazz Network

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/nGe





logoEV
logoEV
logoEV