x

Fumante: 'Soffia il vento popolare del rinnovamento'

piazza xx settembre fano 2' di lettura Fano 12/07/2011 -

In merito alle dichiarazioni rilasciate recentemente sulla stampa dal consigliere comunale del Pd Luca Stefanelli e dall’ex sindaco di Fano Cesare Carnaroli; a titolo personale mi preme prendere le distanze pubblicamente da quanto detto e da questo modo di fare politica.



Avrei compreso, ma non condiviso il senso dei loro attacchi se si fossero limitati a criticare Ricci in riferimento alla sua frase “Basta con Prodi, D’Alema, Veltroni: se tornano loro sarà un boomerang per il PD” che introduce in maniera provocatoria il tema del rinnovamento. Avrei compreso, ma non condiviso se avessero espresso il loro dissenso rimanendo nel merito della questione, ma evidentemente il loro obiettivo principale è il solito attacco al loro stesso partito questa volta sulla persona del presidente Ricci. Infatti definendolo come “persona senza un minino di esperienza amministrativa e costretto alla presidenza della provincia” come fosse un burattino nelle mani di chissà chi; è chiaro a tutti che non centra nulla con l’oggetto della discussione che è “il rinnovamento”. Così come non centra nulla l’attacco sulla provincia felice, secondo loro mal governata e che trascura problemi enormi quali la disoccupazione il taglio delle pensioni e dei redditi.

Dichiarazioni a mio modesto parere autolesionistiche perché appena si parla di “rinnovamento della classe dirigente” e non di giovanilismo o epurazione che nessuno vuole, una piccola parte della vecchia guardia del Pd fanese preferisce forse inconsapevolmente distruggere prima che qualche cosa cambi lanciando attacchi contro il loro stesso partito. Il rinnovamento della classe politica dirigente ed il bisogno di “aria nuova” è emerso ancora una volta con forza dalle ultime elezioni amministrative dove per l’ennesima volta candidati espressi dalla vecchia guardia nazionale hanno dovuto cedere il passo alla volontà popolare che ne ha eletti altri come Pisapia a Milano e De Magistris a Napoli.

Il meglio della società civile ha urlato poi il loro dissenso in occasione dei 4 referendum abrogativi. Inutile quindi tentare di impedire questo processo popolare, si fa solo il gioco della destra berlusconiana che governa Fano, ma utile invece agevolare il rinnovamento questa volta nel vero segno della solidarietà del gruppo dirigente che deve crescere il nuovo come ogni padre fa con il proprio figlio legati per sempre nel cammino delle loro vite.


da Enrico Fumante
Consigliere Comunale e Coordinatore Circolo PD Fano Centro Mare





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2011 alle 16:16 sul giornale del 13 luglio 2011 - 377 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, partito democratico, pd, Enrico Fumante

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/nfZ





logoEV
logoEV