La Lunga Estate degli Anni ‘60: presentazione di libri e riviste

franco loi 3' di lettura Fano 08/07/2011 -

La seconda edizione de “La Lunga Estate degli Anni ‘60”, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Fano e curata da Paolo Casisa, con la consulenza di Umberto Bultrighini, che si concluderà lunedì 11 luglio, giunge al giro di boa. Sabato 9 luglio terza giornata di immersione nell’ondata musicale beat e nella letteratura degli anni ’60 con incontri letterari e musicali al Bastione e al Lido dove si terranno anche l’ultimo concerto e la premiazione del concorso sull’abbigliamento anni ’60.



Nel dettaglio: Appuntamento al Bastione Sangallo alle 18.30 (in collaborazione con Sistema Museo, Cantina Di Sante e Caffè Centrale) per il terzo e ultimo aperitivo letterario che vede insieme due critici ed intellettuali che già si sono incontrati letterariamente e che di questo incontro e del suo contenuto racconteranno al pubblico del Bastione. Franco Loi, poeta, saggista e critico, presenta il suo ultimo libro Da bambino il cielo, il romanzo di una vita nel quale la memoria s’intreccia con la storia e illumina il presente, e i destini individuali si riverberano in un percorso collettivo: la guerra, la ripresa, il partito comunista abbandonato con delusione, il ’68. Loi, nato a Genova nel 1930, vive a Milano dal 1937. Ha esordito come poeta nel 1971, ideò il Centro di Informazioni Politiche e conobbe da vicino sia le Brigate Rosse sia personaggi come Don Giussani e Don Milani ed altri tra i maggiori rappresentanti della cultura del tempo. Gualtiero De Santi è docente di Letterature Comparate all’Università di Urbino, critico e storico del cinema, direttore della rivista di cultura dialettale e critica letteraria “Il Parlar Franco”, di cui presenterà l’ultimo numero. Autore di numerosi libri, sta attualmente lavorando ad una monografia su Franco Loi.

Le attività di questa terza giornata si spostano poi tutte al Lido. Alle 21.30 in Largo Seneca, “Conferenza a tre voci sul beat italiano”, un’occasione per raccontare modi, percorsi e tempi del fenomeno beat in Italia. Si presenterà il volume Al di qua, al di là del beat. Radici e dinamiche del beat italiano: le voci di tre testimoni di Umberto Bultrighini - docente di Storia Greca e leader storico del complesso fanese I Tubi Lungimiranti -, Gene Guglielmi – cantante di protesta che nel ’66 divenne famoso per la sua canzone I capelli lunghi, una delle canzoni simbolo di quegli anni - e Claudio Scarpa - notissimo esperto musicale. Verrà presentata anche la nuovissima rivista ”Generazione Beat” ideata e diretta dallo stesso Scarpa. Alle 22.30 premiazione del “Concorso per i Migliori Abiti in Stile Anni ’60”. Alle due copie di vincitori, due week end per due persone in albergo, uno a Fano e uno in una città italiana, e per il gruppo vincitore un pranzo al Ristorante Pesce Azzurro.

La giornata si chiude con l’ultimo concerto al lido. Alle 23.00, sul palco Gene Guglielmi e I Tubi Lungimiranti, un sodalizio che propone l’ultimo segmento musicale degli anni ’60, quando il beat iniziò ad assumere venature psichedeliche e rock. Saranno eseguiti brani originali sia de I Tubi Lungimiranti sia di Gene Guglielmi ed anche notissime canzoni dei Sorrow, Renegades e Rolling Stones.

Hanno collaborato: Assessorato al Turismo del Comune di Fano, Aset spa,Sistema Museo, Cooperativa Comedia, Associazione Lido, Alberghi Consorziati Fano.

Info: Assessorato alla Cultura del Comune di Fano, tel. 0721 887412 / 887413 - cultura@comune.fano.ps.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2011 alle 18:40 sul giornale del 09 luglio 2011 - 599 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/m9b