x

Fanesi: 'Mancinelli lasci perdere ciò che non conosce'

Cristian Fanesi 2' di lettura Fano 04/07/2011 -

“,,,da insegnante ho appreso, ed il Sert e la psicologia lo insegna, che non esiste informazione più pericolosa di quella data da ex drogati propri perché dimostrano, con la loro presenza, la possibilità di vincere la droga e quindi di poterla sperimentare”. Ci dica l’assessore Mancinelli quali testi di psicologia legge o quale operatore del Sert gli abbia mai detto queste enormi sciocchezze.



Chi ha vissuto questa esperienza, e ne è venuto fuori, ha la capacità unica di raccontare la propria storia di vita vissuta alle dipendenze di una sostanza, proprio allo scopo di proporre stili di vita alternativi. Non a caso molte delle comunità terapeutiche oggi attive anche dalle nostre parti, penso a quelle gestite dall’associazione Papa Giovanni XXIII di Rimini, ma non solo, utilizzano come operatori proprio persone, dopo averle adeguatamente formate, che avevano vissuto la tossicodipendenza nella propria vita. Il percorso di uscita dalla droga non avviene casualmente o solo per effetto di farmaci “miracolosi”, ma dopo un lungo cammino terapeutico (e questo il Sert lo sa) durante il quale la persona mette radicalmente in discussione la propria vita e analizza nel dettaglio i propri errori.

Raccontare tutto questo serve a riportare ad altri questo travaglio esistenziale che ha aperto vie d’uscita e non ci pare che questo possa, come paventato dall’assessore col suo contorto ragionamento, turbare i giovani ascoltatori anzi crediamo proprio il contrario. Sarebbe bene che l’assessore portasse altre motivazioni alle sue scelte e prima di raccontare sciocchezze ascolti chi ha vissuto questi problemi e impari dalle tante realtà, anche fanesi, che si sono affiancate in questi anni ai tanti giovani che, usciti da queste situazioni, si sono messi a disposizione di altrettanti giovani che forse invece potrebbero rimanere ben più turbati dall’uso commerciale che tanti potenti oggi fanno del corpo della donna. Impari a fare l’assessore alla cultura e lasci perdere ciò che non conosce. Ci piacerebbe invece sapere cosa ne pensa, di queste elucubrazioni gratuite dell’assessore alla cultura quello che dovrebbe essere l’assessore competente e cioè quello ai servizi sociali.


da Cristian Fanesi
segretario comunale PD




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-07-2011 alle 16:11 sul giornale del 05 luglio 2011 - 606 letture

In questo articolo si parla di droga, politica, cristian fanesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/mUc





logoEV
logoEV