x

Erosione, Sassonia sud: 'Colpevole assenza del Comune'

comitato sassonia sud 4' di lettura Fano 02/07/2011 -

Il 28 giugno appena passato è stata discussa in Consiglio Regionale l’interrogazione n. 288 “Pericoli alla sicurezza dei cittadini derivanti dal fenomeno di erosione marina nell’area di Sassonia sud di Fano”.



La stessa faceva seguito all’incontro avuto tra il nostro direttivo ed i vertici del partito Socialista rappresentati da Cicerchia, Pagnetti, Seri e il Consigliere Regionale Moreno Pieroni. Pieroni si è dimostrato disponibile e sensibile all’emergenza erosione marina su Sassonia sud e si è subito attivato per preparare l’interrogazione per capire a che punto sono gli interventi della Regione riguardo questa vicenda che, a questo punto, appare decisamente stantia. Come denunciamo da anni è palese ed evidente a tutti la negligenza della Pubblica Amministrazione riguardo questa triste storia, non solo con lo scaricabarile delle Istituzioni preposte alla soluzione del problema, ma a questo punto appare chiara una volontà politica precisa di non voler risolvere il problema. Dalle risposte dell’Assessore Sandro Donati all’interrogazione emerge chiaro come la Regione Marche su questo aspetto si contraddica, Donati dichiara: “La Regione Marche per poter attuare interventi urgenti nel tratto in esame ha previsto la somma di 0,2 M€ nel Piano annuale delle Opere Pubbliche, approvato con l.r. n. 21/2010 (Bilancio di previsione 2011). Ad oggi, nonostante le mareggiate di rilievo (misurata dalla boa andametrica a largo di Ancona) del 23 dicembre 2010 e del 2 marzo 2011 non si sono presentate delle situazioni di grave ed eminente pericolo tali da operare le condizioni di urgenza”.

Poi però corregge: “Si condivide la necessità di riconoscere la condizione del tratto di litorale in esame di emergenza. Tale riconoscimento è stato fatto sia negli atti regionali di bilancio di previsione (Interventi urgenti su Viale Ruggeri) che nella priorità che si è dato nell'individuare questo tratto di costa fanese come prioritario nella sottoscrizione dell'Accordo di Programma Ministero/Regione Marche”. Quindi, tradotto in parole povere, la Regione vorrebbe attivarsi in maniera urgente per risolvere il problema ma non ci sono le condizioni perché lo stesso sia considerato tale. Questo aspetto della non urgenza è fondamentale per capire il reale pericolo che esiste riguardo la potenziale perdita del finanziamento stesso necessario all’intervento, i famosi 3 Milioni e 200 Mila Euro, questo perché il CIPE, che è l’Ente che gestisce le somme necessarie ai lavori ha la facoltà di stornare le somme depositate per gli interventi nel caso che questi non vengano realizzati, a favore di altre sopraggiunte situazioni in cui il carattere di emergenza dichiarato, appunto, imponga una priorità su gli altri lavori, come dire, preventivati. Naturalmente riconosciamo il grande impegno dell’Assessore Sandro Donati riguardo questa situazione ma, come richiesto nell’ottimo intervento del Consigliere Pieroni, c’è bisogno di un ulteriore salto di qualità per dare quelle caratteristiche di definitivo e programmato a questa situazione che, al momento, sono totalmente assenti.

Appare evidente da questo punto di vista la totale e colpevole assenza del Comune di Fano, dei maggiori partiti della Città, quali PD e PDL e dei nostri Consiglieri in Regione, nel sollecitare con forza la prosecuzione dei lavori a favore dell’intervento su Sassonia sud. In questo sono veramente uniti: lasciare fuori i problemi del Cittadino dalla loro agenda politica e lasciando in carico al Comitato ed ai Cittadini l’impossibile compito di risolvere la situazione. Che dire, speriamo che la gente si svegli e capisca presto in che mani è la Città di Fano: un tempo guardata come esempio da molti Comuni e adesso massacrata, degradata e ridotta ad uno scempio per volontà precisa di questa classe politica locale, di Destra, di Sinistra, che differenza c’è? Una classe politica strangolata dai suoi giochi di potere a cui interessano solo il comando delle poltrone e che si ricorda dei suoi concittadini solo quando hanno bisogno dei voti in campagna elettorale. Un sincero ringraziamento al Consigliere Regionale Moreno Pieroni per il suo impegno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2011 alle 17:44 sul giornale del 04 luglio 2011 - 489 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, erosione, comitato sassonia sud

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/mR6





logoEV
logoEV