x

Via al progetto estate sicura Anzini-Helios 2011

anziani 6' di lettura Fano 30/06/2011 -

È stata presentata questa mattina nella sede dell’Ambito Territoriale Sociale VI di Fano l’iniziativa “Estate sicura anziani” che s’inserisce all’interno del progetto regionale “Helios”. All’incontro hanno partecipato l’assessore ai Servizi sociali Davide Delvecchio, il dott. Antonio Lacetera, direttore U.O. lungodegenza e dipartimento geriatrico, la dott.ssa Carmen Vitali, responsabile area farmaco e P.M.C. e la dott.ssa Sonia Battistini, coordinatrice dell’Ambito sociale.



L’iniziativa, realizzata a Fano a partire dal 2004, prende le mosse dai fatti di cronaca dell’estate del 2003, quando si verificò un’ondata di calore che provocò migliaia di morti solo in Italia e drammatici effetti in molti altri paesi europei, soprattutto a carico delle persone anziane. Nell’ottica della forte integrazione tra servizi, l’Asur, l’assessorato ai Servizi sociali del Comune di Fano, l’Ambito Territoriale Sociale VI di Fano e col coinvolgimento della protezione civile, hanno istituito una cabina di regia per programmare e monitorare i vari interventi messi in atto per fronteggiare la calura estiva e hanno dato vita ad un progetto complessivo che vede la riedizione del progetto “Estate Sicura Anziani”, promosso dall’assessorato alle Politiche della Solidarietà del Comune di Fano e l’adesione al progetto Helios, proposto dal Servizio Salute della Regione Marche anche per l’estate 2011, concernente le linee di intervento per la prevenzione, tutela e sorveglianza attiva delle persone anziane fragili durante l’emergenza climatica estiva.

Il progetto si svilupperà attraverso molteplici interventi che cercheranno di rispondere a tutte le necessità che si possono manifestare nella popolazione anziana in concomitanza con l’arrivo del caldo torrido. L’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Fano col servizio gratuito “Estate sicura anziani 2011” si rivolge agli anziani residenti a Fano, di età pari o superiore ad anni 65, che vivono soli o in coppia, senza figli o con figli residenti fuori Fano. A questi cittadini si offre accompagnamento con automezzo presso strutture pubbliche (Comune, ospedale, ambulatori medici, uffici postali), servizio spesa, ritiro ricette e consegna medicinali a domicilio, disbrigo commissioni varie, informazioni sui servizi esistenti e consigli utili per affrontare la calura estiva. Il Comune nel realizzare il progetto si avvale della collaborazione dei volontari della protezione civile del C.B. Club “Enrico Mattei” di Fano che accompagneranno gli anziani nei luoghi richiesti.

I volontari della protezione civile non solo aiuteranno gli anziani nel disbrigo delle attività quotidiane, ma offriranno sostegno emotivo, contatto umano. A volte anche la possibilità di scambiare “due parole” con un volontario per un anziano che vive solo può essere altrettanto importante e vitale che ricevere acqua o farmaci o altre cure. «Queste azioni – ha affermato Delvecchio - sono un potenziamento di quelle già attivate dall'assessorato ai Servizi Sociali durante l'anno a favore degli anziani, ed è significativa soprattutto l'estensione delle prestazioni ai giorni festivi, che durante l'estate rischiano di diventare problematici per gli anziani soli. Il servizio sarà attivo dal 1 luglio al 31 agosto tutti i giorni, dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30, chiamando il numero 0721/805145. Si ricorda che per evitare il rischio di truffe e raggiri, il servizio verrà effettuato solo su chiamata dell’anziano che potrà riconoscere il volontario in quanto sarà munito di tesserino di riconoscimento e utilizzerà un mezzo della protezione civile».

Inoltre, il Comune di Fano nel periodo luglio-agosto si impegna a potenziare i servizi esistenti di assistenza domiciliare in favore di persone anziane, non autosufficienti o a rischio: si prevedono infatti 370 ore di potenziamento del servizio SAD in favore di anziani. Verranno organizzati incontri con i referenti del progetto “Non perdiamoci di vista”, gestito dall’Auser Fano per monitorare gli anziani utenti e fornire loro informazioni utili a fronteggiare la calura estiva. Verranno inoltre organizzati incontri informativi col responsabile della Coop. Sociale COOS Marche che gestisce il servizio di assistenza domiciliare e il centro residenziale don Paolo Tonucci, affinché possano attuare una sorveglianza attiva e in caso di necessità allertare il medico di famiglia e i familiari.

«Il Distretto Sanitario ZT. 3 di Fano-Pergola – ha affermato il dottor Antonio Lacetera - sarà impegnato nei confronti dei soggetti anziani maggiormente a rischio, aumentando la vigilanza da parte dei medici di famiglia per i pazienti in assistenza domiciliare programmata e per quei pazienti anziani che vivono soli o in condizioni di fragilità, nella predisposizione di contatti con il servizio telesoccorso-telecontrollo per aumentare la sorveglianza attiva dei pazienti già seguiti dal servizio, nella redazione di dimissioni protette (ovvero segnalazione ai medici di medicina generale da parte della U.O. lungodegenza a RSA dei soggetti anziani a rischio di nuovo ricovero per il caldo eccessivo e preavviso della dimissione al servizio cure domiciliari del Comune di Fano), nella sorveglianza da parte degli operatori del SAD che si recano a domicilio degli anziani. Voglio, inoltre, ribadire quanto sia fondamentale rimodulare in questo periodo le terapie croniche per i soggetti che ne fanno uso.

Mai sospendere o ridurre di testa propria le somministrazioni di farmaci in caso di spossatezza o altri disturbi dovuti al caldo, senza prima aver contattato un medico. Ciò vale per i farmaci antipertensivi, i diuretici o i farmaci che bloccano o alterano la sudorazione, o per chi ancora utilizza farmaci per patologie depressive. La situazione “calura estiva” è ancora più problematica per i soggetti fragili con problemi cognitivi: penso al caso di Fano dove risiedono circa mille persone con demenza che non sono in grado di far fronte ai propri bisogni. Siamo per questo chiamati tutti ad essere delle sentinelle sul territorio». Durante la campagna informativa verranno illustrate agli anziani e a chi si occupa di loro (familiari, assistenti, operatori) quali sono le buone prassi da seguire per ridurre le complicanze delle patologie da calore ed evitare danni alla salute nella popolazione over 65 anni. «Quest'anno – ha spiegato la dott.ssa Carmen Vitali - le raccomandazioni si arricchiscono di una sezione particolarmente importante, dedicata all'uso dei farmaci durante l'estate.

Questo vademecum (stilato dall’Aifa) verrà distribuito in maniera capillare insieme alla brochure sul progetto e conterrà una sintesi sull'uso corretto, le modalità d’utilizzo e la conservazione dei farmaci per evitare i rischi dovuti all’esposizione ai raggi solari dopo aver fatto uso di medicinali che possano provocare foto-tossicità e fotosensibilizzazione». «Il progetto Helios, unitamente al progetto Estate Sicura anziani del Comune di Fano - ha concluso la coordinatrice dell’Ambito - si conferma un progetto di grande efficacia, un progetto semplice, ma animato e reso possibile dal contributo attivo delle istituzioni e soprattutto di tanti cittadini. A tutti i volontari e operatori delle numerose associazioni del nostro territorio va il ringraziamento unanime delle istituzioni e di tutta la comunità e l’augurio di un buon lavoro, con la consapevolezza che la loro opera contribuisca a creare e rafforzare quella rete sociale e di solidarietà che ci aiuta a sostenere tutti quei cittadini che vivono in condizioni di difficoltà e di fragilità».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2011 alle 11:31 sul giornale del 01 luglio 2011 - 684 letture

In questo articolo si parla di cultura, fano, anziani, estate, comune di fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/mK9





logoEV
logoEV
logoEV