x

Rutelli a Fano per l'ingresso in Api di Cristian Marinelli e Michele Silvestri

3' di lettura Fano 30/06/2011 -

Dopo una lunga attesa il presidente dell'Alleanza per l'Italia, Francesco Rutelli, è arrivato giovedì nel tardo pomeriggio in Ancona passando per Fano. Ciò che l'ha spinto nelle Marche è la recente elezione a Presidente del Consiglio Comunale di Ancona di Letizia Perticaroli (API) e il passaggio ad API del Consigliere comunale Cristian Marinelli e dell'assessore Michele Silvestri, entrambi fanesi.



"L'ingresso di Letizia Perticaroli alla presidenza del Cosiglio Comunale - ha affermato Francesco Rutelli - è un segno brillante e positivo. Un evento che apre la strada a nuovi progressi nel segno della buona governabilità. Ma anche un buon contributo politico."

"Ciò che è avvenuto - ha proseguito Rutelli - registra un segno importante nelle Marche a livello politico, ma soprattutto testimonia una crescita."


Rutelli ha dimostrato di essere molto soddisfatto di questi traguardi per l'Api nelle Marche, ma passando poi da Ancona e Fano all'Italia in generale ha espresso preoccupazione sullo stato dell'economia italiana, del cattivo governo e sulla pesante situazione politica. "Il referendum - ha detto Rutelli- è stato un segno liberatorio, dove il popolo ha espresso la sua opinione. l'Italia non è paragonabile alla Grecia (si trova sull'orlo del fallimento ndr), ma corre questo rischio a causa dell'indebitamento crescente dell'attuale governo. Se non c'è stabilità nei conti pubblici si può arrivare ad una speculazione che ci mangia vivi. E poi la situazione precaria del lavoro e i tagli ai settori del futuro: innovazione, ricerca ed università, ma anche al futuro dei giovani. "

"Troppi tagli lineari" ovunque, sarebbe questa la causa principale, per Rutelli, del malessere diffusosi in Italia a causa dell'attuale governo e del ministro Tremonti. Tagli che, secondo Rutelli, potevano essere evitati, soprattutto nei settori che guardano al futuro. "l'Italia è una barca senza timone" ha esordito Rutelli e per una crescita economica l'unica speranza sarebbe da riporre nel nuovo polo, che ha definito "l'unica speranza per il futuro."

"Siamo consapevoli che l'attuale governo è troppo radicalizzato a destra - ha continuato Rutelli - e in particolare alla Lega. Berlusconi è un capitolo insostenibile che deve finire."

L'Italia, sempre secondo Rutelli, sarebbe esposta ad una speculazione finanziaria che potrebbe trovare una via di uscita solo se i cittadini riaquistino fiducia nella politica, poichè è tempo di riforme coraggiose, di investire sui giovani e sul loro futuro anche in tempi come quelli attuali, di crisi. Una politica fatta, insomma, da nuovi volti.

Grazie alla pagina che si è aperta in Ancona per l'Api, Rutelli, in qualità di presidente del movimento, non ha mancato di fare i suoi migliori auguri per la crescita di questo progetto politico nelle Marche con l'auspicio che i giovani non siano spettatori passivi del teatrino della politica, ma credano ed agiscano al meglio nella politica.

All'evento sono intervenuti la presidente del Consiglio Comunale Letizia Perticaroli che ha sottolineato l'importanza del lavoro di squadra e dei giovani per la politica e Raffaele delle Fave Coordinatore Regionale API. Non sono mancati gli auguri del sindaco di Ancona Fiorello Gramillano e del consigliere comunale Sel Eugenio Duca. "Il nuovo impegno - ha affermato scherzosamente Gramillano - è all'API di Ancona, è non con l'Api di Falconara."








Questo è un articolo pubblicato il 30-06-2011 alle 20:58 sul giornale del 01 luglio 2011 - 1081 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, api, ancona, francesco Rutelli, letizia perticaroli, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/mN3





logoEV
logoEV