x

I Grillini contro i vitalizi: bene, ma perchè da soli?

giacomo mattioli 2' di lettura Fano 30/06/2011 -

Apprendiamo con stupore la notizia dell’iniziativa del Movimento a 5 Stelle per una raccolta di firme a sostegno di una legge di iniziativa popolare per l’abolizione dei vitalizi dei Consiglieri Regionali. L’iniziativa di per sé è molto valida, ma quello che ci lascia stupiti è la modalità con cui viene portata avanti, in totale isolamento da tutti gli altri movimenti civici.



Francamente non riusciamo a capire come i Grillini possano aver deciso di intraprendere questa battaglia, che peraltro condividiamo, senza però tenere conto di tutte le iniziative già in piedi contro i vitalizi. Mi riferisco alla campagna che da mesi sta portando avanti a livello regionale il Movimento delle Liste Civiche Marche, per non parlare di quanto già fatto nella nostra città dalla Lista Civica “La Tua Fano” con la proposta di un Ordine del Giorno approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale.

Non nascondo l’amarezza mia personale e della Lista Civica, nel constatare che dopo che ci siamo fatti promotori del dibattito all’interno del Consiglio Comunale, organo sovrano della democrazia cittadina, non abbiamo ricevuto nemmeno una telefonata dai Grillini per essere informati su ciò che stavano per proporre. Noi non vogliamo essere i primi della classe, non rivendichiamo primogeniture, ma non meritiamo nemmeno di essere ignorati. Tanto più che, così facendo, si alimenta il pensiero della gente comune, distante dalla politica, che ognuno fa le cose solo per il proprio tornaconto personale.

Riteniamo che questa sia una grossa occasione persa. Oggi più che mai, almeno su queste questioni di così grande interesse per la cittadinanza, le liste civiche devono essere unite: è stato questo il segreto della vittoria dei referendum, ma sembra che neppure di fronte all'evidenza qualcuno voglia capirlo. Meglio un po' di visibilità personale, che riuscire a raggiungere un risultato così importante? A volte sembra proprio che per qualcuno sia così.

“La Tua Fano” pur con qualche piccola differenza e peculiarità, su questo tema si è ispirata a quanto proposto da Liste Civiche Marche, nel rispetto di un fronte civico comune che rappresenta una ricchezza, un patrimonio da non disperdere. Pertanto invitiamo il Movimento a 5 Stelle a rivedere la sua posizione di isolamento e a condividere la propria iniziativa con gli altri movimenti civici, al di là delle appartenenze, anche alla luce delle iniziative che sono già in essere; solo insieme si vince, i referendum lo dimostrano, e la posta in gioco è troppo importante per rischiare di perdere questa occasione.


da Giacomo Mattioli
Consigliere Comunale - La Tua Fano
Presidente della Commissione Urbanistica-Ambiente




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2011 alle 11:46 sul giornale del 01 luglio 2011 - 445 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, la tua fano, Giacomo Mattioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/mLb





logoEV
logoEV