Aizza il cane contro i Carabinieri per sfuggire al controllo, in manette un pusher

carabinieri di fano 2' di lettura Fano 30/05/2011 -

Nel corso dei servizi di controllo sul territorio, i Carabinieri della compagnia di Fano hanno tratto in arresto quattro persone. Tra queste uno spacciatore che, per sfuggire ai controlli, aizza contro i militari il proprio cane di grossa taglia.



Si tratta di R.L., pregiudicato fanese di 29 anni, che i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione di Saltara avevano già arrestato nei giorni scorsi insieme ad altri due pregiudicati albanesi con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso tra loro. In quell'occasione i tre erano stati infatti sorpresi con 20 grammi di eroina, suddivisa in numerose dosi già pronte per lo spaccio. Il 29enne, dopo diversi giorni di carcere, aveva ottenuto gli arresti domiciliari presso la propria abitazione nel centro città.

L’altra sera però, ai militari del Cap. Cosimo Giovanni Petese che erano impegnati in un servizio antidroga nei pressi del centro storico di Fano, non è sfuggita la presenza, nei pressi di un noto esercizio pubblico frequentato da giovani, del 29enne pregiudicato che faceva finta di passeggiare con al guinzaglio un cane di grossa taglia. Alla vista dei militari il pregiudicato ha tentato la fuga aizzando il cane contro i Carabinieri che, con molte difficoltà, riuscivano a renderlo inoffensivo. Pertanto il 29enne fanese è stato bloccato e tratto in arresto con le accuse di evasione, resistenza a pubblico ufficiale, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti ed anche di porto illegale di arma da taglio. Il giovane, che aveva con sè un coltello a serramanico con lama di 8 centimetri, è stato condotto presso il carcere di Pesaro.

Nel frattempo in un camping lungo la litoranea, i colleghi della stazione di Marotta hanno tratto in arresto due pregiudicati di 23 e 31 anni, rispettivamente di origine marocchina e tunisina, con le accuse di furto aggravato in concorso tra loro. Dopo aver forzato cinque roulotte, parcheggiate all'interno del camping, i due malviventi hanno portato via due biciclette del valore di 500 euro. La refurtiva è stata recuperata e restituita allegittimo proprietario mentre i due giovani sono stati condotti presso la camera di sicurezza del Comando.

Infine a Mondolfo, un pregiudicato di 22 anni residente nella provincia di Ancona ma originario di Santo Domingo, è stato tratto in arresto con l'accusa di furto aggravato, in quanto avrebbe sottratto un cellulare ed il portafogli ad una ragazza all'interno di una discoteca del posto. Anche in questo caso la refurtiva è stata recuperata e restituita alla proprietaria e per il 22enne si sono aperte le porte della camera di sicurezza del Comando.






Questo è un articolo pubblicato il 30-05-2011 alle 19:26 sul giornale del 31 maggio 2011 - 631 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresti, fano, mondolfo, carabinieri, furto, Sudani Alice Scarpini, spaccio di droga

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lsR





logoEV