SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

Recupero degli oneri di urbanizzazione da parte di Duomo Gpa

3' di lettura
807

fano

Si è riaccesa ultimamente la vicenda del recupero degli oneri di urbanizzazione da parte di Duomo Gpa per conto del Comune di Fano. Ho letto sulla stampa numerosi interventi che ripropongono i soliti temi. Scrivo per portare la mia testimonianza di cittadino quale contributo al dibattito auspicando che si possa arrivare a fare chiarezza sulla vicenda.

Riassumo sinteticamente la mia vicenda:
Nel 2000 eseguo dei lavori di ampliamento della mia abitazione con regolare licenza edilizia rilasciata dal Comune di Fano dietro completo pagamento degli oneri di urbanizzazione calcolati dagli uffici competenti dello stesso Comune.
Settembre 2009 ricevo una comunicazione da Duomo Gpa nella quale mi viene richiesto il pagamento di un’ulteriore somma, addirittura superiore a quella già pagata.
Gennaio 2010 mi rivolgo “serenamente e fiduciosamente” al Giurì istituito dal Comune di Fano per supportare i cittadini in questa vicenda.
Marzo 2010 ricevo un’ingiunzione di pagamento da parte di Duomo Gpa alla quale avevo comunicato il mio ricorso al Giurì.
Gennaio 2011 ricevo una raccomandata con il “parere del Giurì”, allego il documento perché ognuno possa rendersi conto del suo contenuto, io non vi ho trovato alcun parere ne favorevole ne contrario alle mie argomentazioni, inoltre da notizie ricevute da altri cittadini i pareri sarebbero tutti uguali.

Ho letto che da più parti si è chiesto al Comune di rendere noti i risultati del lavoro del Giurì, mi associo a tale richiesta proponendo alcune domande maturate dalla mia esperienza.
Mi è stato detto che il mio caso rientra in una delle situazioni più frequenti portate all’attenzione del Giurì, questo mi porta a chiedere perché il Giurì, composto da due tecnici comunali esperti della materia e da un legale, che ha evidenziato le varie tipologie di intervento contestate da Duomo non è riuscito ad esprimere una valutazione sull’ operato di Duomo ?
In altre parole nel mio caso, e negli altri analoghi, i tecnici Comunali hanno, a suo tempo, calcolato gli oneri secondo criteri penso abituali. Duomo ha usato gli stessi criteri ? Sicuramente no. E’corretto che Duomo rifaccia i conti utilizzando criteri diversi da quelli utilizzati dal Comune, se agisce per conto del Comune stesso ?

Penso che una risposta che si debba chiedere al Giurì e proprio questa: Duomo ha usato nel rifare i conti gli stessi criteri che ha usato e continua ad usare il Comune ? Se no, è corretto che Duomo usi criteri differenti considerando che nel mare della legislazione in materia si può trovare tutto e il suo contrario ed è quindi possibile trovare per ogni situazione criteri di calcolo sfavorevoli al cittadino e favorevoli a chi percepisce il 30 % di quanto il cittadino paga ?

Tra le pratiche di ampliamento esaminate da Duomo la mia , e le altre contestate, sono risultate un’eccezione o sono state contestate tutte le pratiche di ampliamento esaminate ? I tecnici comunali hanno sempre e sistematicamente sbagliato nel calcolare gli oneri a danno del Comune ?
Nel mio caso il tecnico comunale che nel 2000 ha esaminato la mia pratica e firmato il calcolo degli oneri mi avrebbe concesso, secondo Duomo, uno sconto superiore al 50 % .

Augurandomi che si possa arrivare ad una positiva conclusione della vicenda vi ringrazio per l’attenzione e porgo cordiali saluti.



fano

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2011 alle 09:59 sul giornale del 31 gennaio 2011 - 807 letture