Fanum Fortunae: 'Predisporre un piano di arredo del centro storico'

arco d'augusto a fano 1' di lettura Fano 21/01/2011 -

Il caso della veranda del “Ristorante da PEP” è la classica goccia che fa traboccare il vaso e invita l’Amministrazione Comunale ad accelerare la predisposizione di un piano di arredo del Centro storico e di un nuovo regolamento, concordato con la Sovraintendenza, per le strutture smontabili esterne alle attività commerciali in Centro.



Va detto che la Sovraintendenza ha un po’ esagerato sulla specifica questione e che “PEP” a ragione di lamentarsi, in primis perché il vincolo è arrivato dopo che la struttura era stata costruita e pertanto nel momento in cui è stata riconosciuta la tutela del Palazzo andavano concordate, se proprio così doveva essere, delle modifiche che permettevano all’esercente di limitare un danno economico e di non licenziare i dipendenti occupati in un momento così difficile.

Io posso capire che ognuno deve fare il proprio lavoro, ma va tenuto conto che in tutti i centri storici, anche più vincolati, da Roma, Firenze, Venezia, ecc.ra le strutture esterne ai locali ristoranti o bar sono d’uso, sono parte integrante del luogo, del vicolo, della piazzetta e contribuiscono a valorizzare certi angoli delle città che altrimenti rischierebbero di diventare un dormitorio. Invito pertanto la Sopraintendenza a rivedere la sua posizione e il Sindaco o l’Assessore Competente a rendersi parti attiva per la risoluzione della questione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2011 alle 19:18 sul giornale del 22 gennaio 2011 - 579 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, politica, centro storico, Lista civica Fanum Fortunae, arco d'augusto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gAq





logoEV