Mondolfo: Diotallevi su agrario di Centocroci, 'Il consorzio se ne deve andare'

carlo diotallevi 2' di lettura 11/01/2011 -

Vorrei esprimere alcune considerazioni in merito al Tavolo Tecnico tenutosi martedì mattina in Comune a Mondolfo con Asur e Arpam relativamente alla questione del Consorzio Agrario di Centocroci al quale ho partecipato come capogruppo di Minoranza.



L'incontro è stato sicuramente utile in quanto si sono approfonditi diversi aspetti tecnici e normativi della vicenda, i responsabili di Asur e Arpam hanno relazionato in merito alla situazione ed alle denuncie dei cittadini che avvertono (supportati da diversi certificati medici) diversi problemi di salute che potrebbero essere riconducibili all'attività del consorzio. Il Tavolo tecnico ha deciso di creare un Gruppo di lavoro che approfondisca attraverso controlli puntuali nelle varie fasi di lavorazione gli eventuali rischi per la salute dei cittadini in modo tale da avere un quadro piu' chiaro per poi prendere gli eventuali provvedimenti del caso. Per quanto mi riguarda ritengo che i controlli di Asur e Arpam siano sicuramente utili ma questi dovranno essere effettuati con apparecchiature apposite e non "a naso" come fatto sino ad oggi a causa della mancanza di apprecchiature specifiche, ed in tutte le fasi di lavorazione (contestualmente e successivamente) e trattamento con antiparassitari e altre sostanze pericolose.

Riteniamo inoltre, come da me dichiarato nel verbale conclusivo, fondamentale che parallelamente all'attività di controllo debba proseguire rapidamente (come previsto dalle Leggi in materia e dal nostro Ordine del Giorno approvato dal Consiglio Comunale) l'iter di classificazione del Consorzio come industria insalubre di prima classe in modo tale da arrivare in tempi brevissimi alla delocalizzazione dell'impianto che, per le attività e le sostanze che utilizza non puo' piu' rimanere in mezzo ad un centro abitato come quello di Centocroci.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2011 alle 17:11 sul giornale del 12 gennaio 2011 - 637 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, politica, carlo diotallevi, centocroci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gek





logoEV