x

Lite tra zio e nipote degenera in rissa, prognosi riservata per il 30enne

ambulanza generico 1' di lettura Fano 28/09/2010 -

Ospita la zio 60enne per qualche tempo poi stanco della sua presenza vorrebbe riappropriarsi della propria libertà in casa e lo comunica all'uomo. I due inziano a discutere ma la conversazione degenera.



Il 60enne, afferrata una roncola, inizia così a colpire ripetutamente e con violenza al volto e al corpo il nipote, un 30enne albanese che lavora come operaio in una ditta di Fano. Insanguinato, il giovane riesce a scappare e a chiedere aiuto presso un'opera caritatevole dedicata a Padre Pio che si trova nelle vie vicine alla sua abitazione.

Immediatamente soccorso e trasportato all'ospedale di Fano, il 30enne è stato medicato dai sanitari che non hanno sciolto la prognosi. Nel frattempo è scattato l'allarme al Commissariato di Fano che ha inviato alcuni Agenti nell'abitazione dell'operaio. Il 60enne, munito di regolare permesso di soggiorno, è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio.






Questo è un articolo pubblicato il 28-09-2010 alle 19:29 sul giornale del 29 settembre 2010 - 615 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, fano, ambulanza, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cGf

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici





logoEV
logoEV