x

Via Valcesano-Pergolese, Diotallevi: un'altra strada dimenticata

carlo diotallevi 2' di lettura Fano 24/09/2010 -

La strada Valcesano (o Pergolese) è una strada che ha subito negli anni un notevole incremento del carico di traffico automobilistico, dovuto anche all’apertura del casello autostradale di Marotta, con pesanti conseguenze per tutti: automobilisti, ciclisti, pedoni e residenti.



A nulla sono serviti i nostri interventi e le tante manifestazioni promosse in questi anni, ma soprattutto a nulla è servito il sacrificio di tante vite che sono state spezzate su questa strada. Nessuno ( Provincia in primis) al di la delle parole si è mosso per risolvere concretamente questa situazione forse perché politicamente la vallata del Cesano (piccola e poco rappresentata nelle istituzioni) interessa poco alla Provincia che si concentra più volentieri sulle popolose (elettoralmente parlando) valli del Foglia e del Metauro. In tutti questi anni gli unici interventi per la messa in sicurezza della Valcesano sono stati la realizzazione di alcune rotatorie, l’ istallazione di alcuni pannelli luminosi e poco altro. Una vera e propria presa in giro. Siamo coscienti del fatto che non sia facile rivedere l’intero tratto della Valcesano ma siamo altrettanto sicuri che dopo venti anni di chiacchiere qualcosa si possa e si debba fare. La realtà è che occorre realizzare un nuovo tratto parallelo all’attuale ma più a valle per poter liberare i centri abitati ( nel nostro caso Ponte Rio Cento Croci e Marotta) dal traffico e dall’inquinamento.

Occorre impiegare tutte le risorse tecniche, politiche ed economiche per dare una risposta definitiva e duratura al problema, sia sotto il profilo della sicurezza, che sotto quello dello sviluppo economico della vallata in quanto, la situazione attuale è fortemente penalizzante per coloro che operano sul nostro territorio rispetto a coloro che operando altrove come ad esempio nella valle del Metauro, sono supportati da infrastrutture che consentono spostamenti più rapidi e quindi minori costi. Abbiamo così chiesto al Sindaco con un’interrogazione di riferire in merito, attraverso il coinvolgimento diretto della Provincia, direttamente al Consiglio Comunale al fine di conoscere e valutare se esistono ad oggi eventuali progetti ( con date e finanziamenti certi) per la realizzazione della nuova 424 Valcesano, predisposti dall’amministrazione provinciale e dai comuni della vallata. Per quanto riguarda Mondolfo il Comune, nell’ambito delle opere compensative per i lavori della terza corsia, ha fatto realizzare un nuovo ponte a sud del casello dell’autostrada (all’altezza dell’Edil Marotta) in corrispondenza del quale un giorno dovrebbe passare il nuovo tratto della Valcesano. Un ponte che oggi si trova letteralmente in mezzo ad un campo e che suscita curiosità ed ilarità da parte di molti cittadini che sperano non diventi l’ennesima incompiuta come la complanare Marotta – Fano sul futuro della quale non abbiamo ancora ottenuto, al di là delle solite promesse bipartisan, alcuna certezza.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2010 alle 15:59 sul giornale del 25 settembre 2010 - 515 letture

In questo articolo si parla di politica, carlo diotallevi, strada, pergolese, val cesano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cwy





logoEV
logoEV