x

Furlo: successo per diga Enel

3' di lettura Fano 13/09/2010 -

Successo oltre l’immaginabile, sabato e domenica scorsi per la Land Art al Furlo, manifestazione promossa dalla Casa degli Artisti e organizzata dalla Pro Loco di Fermignano con il contributo e la collaborazione di Enel.



Sono stati ben oltre 1.600 le persone che hanno scelto di ammirare le opere d’arte e incontrare i loro autori lungo quel chilometro che separa la diga Enel del Furlo dalla Casa degli Artisti. Gli artisti che hanno messo in mostra le loro opere nelle giornate di arte al Furlo sono stati circa 40 per “S.P.L.A.S.H. - Sustainable Performing Land Art Seeding and Hospitality - Semina di arte sostenibile sul territorio e ospitalità” . Sono stati invece oltre 1.600 visitatori, moltissimi dei quali essi stessi artisti, che hanno iniziato la passeggiata con la meraviglia e lo stupore della gola del Furlo e della bella architettura della diga Enel (classe 1920) impreziosita, per l’occasione, dalla scultura “Tuffo”, un’opera di Antonio Sorace, che rappresenta una ninfa dei fiumi, alta 2 metri e settanta centimetri e sostenuta da un originale e leggiadro traliccio ad arco; una ninfa dei fiumi come quella nata e descritta anni fa nella poesia di un vate della valle del Metauro, Pietro Talevi, che per l’inaugurazione l’ha declamata al pubblico presente.

Sabato tra i visitatori, oltre 400, attenti e partecipi il Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, Matteo Ricci , e l’Assessore provinciale all’ambiente, Tarcisio Porto, che si sono intrattenuti con i partecipanti al convegno dal titolo “Semina di arte sostenibile nel paesaggio” e, soprattutto, con uno dei profeti italiani della Land Art, Antonio Presti, un precursore dei tempi che ha realizzato alcuni decenni fa “Fiumara d’Arte” e l’Atelier sul Mare a Castel di Tusa (ME) e più recentemente un intervento a Librino (CT). Il convegno di sabato nella sala conferenze della Casa degli Artisti è stato animato dagli interventi di Silvia Cuppini (Storica dell’Arte Contemporanea); Tarcisio Porto (Assessore Ambiente, Provincia Pesaro-Urbino); Alice Lombardelli (Assessore alla Cultura, Comune di Urbania); Gabriella Peroni (Laboratorio CittàdeiBambini – Comune di Fano); Cristina Maria Ferrara (architetto, Quattrocentometriquadri Gallery-Ancona); Gabriele Polverari (architetto, CerbArte); Giorgio Roberti (architetto, mulini e paesaggi); Susanna Ferretti (“Sponge Living Space”, prima Home Gallery delle Marche); conclusioni di Tiziana Fuligna (Storica dell’Arte Contemporanea); coordinati da Andreina De Tomassi (giornalista, Casa degli Artisti).

Su tutti l’intervento di Antonio Presti che ha interessato, coinvolto, incantato e appassionato, fino alle lacrime, i presenti raccontando e mostrando le sue esperienze con Fiumara d’Arte e la Porta della Bellezza nel quartiere Librino di Catania. Land Art al Furlo è una delle tappe della VII^ Festa del Fiume Metauro che nell’edizione di quest’anno ha visto concretizzarsi una pluralità di eventi sportivi, culturali e ambientali lungo i fiumi Candigliano e Metauro, risalendo da Fano fino a Fermignano e Acqualagna. Prossimo appuntamento il 26 settembre alla Cerbara di Piagge e poi ancora a Sant’Ippolito.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-09-2010 alle 16:28 sul giornale del 14 settembre 2010 - 985 letture

In questo articolo si parla di attualità, enel, Enel Marche-Umbria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b5z





logoEV
logoEV